Piano City Milano, al via la settima edizione

Torna Piano City un week end di musica con 470 concerti gratuiti a MIlano

Piano City Milano, al via venerdì 18 l'amata tre giorni che trasformerà la città in una sala da concerti

Dai due Piano Center alla Gam e in Palazzina Liberty, la mappa dei concerti consentirà agli spettatori di conoscere i tanti quartieri che compongono l'anima corale della città, o di lasciarsi guidare dai tanti generi musicali che per tre giorni trasformano Milano in una grande sala da concerto.

Quanto agli spazi, quest'anno Piano City entra per la prima volta nell'Archivio di Stato (sabato 19 dalle 11) e nell'Orto Botanico Città Studi (sempre sabato, ma alle 19) grazie al programma Aperti per voi del Touring Club Italiano. La direzione artistica di Ricciarda Belgiojoso e Titti Santini per questa edizione di Piano City Milano ha organizzato eventi per tutti i palati musicali. Qui la sera di venerdì 18 maggio ci sarà Aziza Mustafa Zadeh, con una rielaborazione della tradizione musicale del suo Paese, l'Azerbaigian.

Alla Palazzina Liberty si svolgeranno infatti due Piano Night con inizio a mezzanotte, concerti però che non disturberanno chi ha invece voglia di riposare.

Emblema di questa edizione dell'evento milanese, celebre in tutto il mondo, è Giuseppe Valla, non un pianista famoso, ma un ex capocontabile che studiando di notte si è diplomato al conservatorio e dalla prima edizione di Piano City tiene ogni anno un concerto per quattordici persone nella sua casa. Le esibizioni del 18 maggio dell'artista interdisciplinare californiano Rrose, dell'ipnotico Niklas Paschburg, di Gianluca di Ienno e Maja Alvanovic e quelle del 19 maggio della compositrice londinese che manipola in un unico suono pianoforte e violino Poppy Ackroyd, di Guillaume Poncelet, di Vitor Araújo, del jazzista Shai Maestro Solo e della kazaka Angelina Yershova potranno infatti essere ascoltate grazie alle cuffie wireless SilentSystem. Domenica dalle 19 suoneranno l'inglese Arthur Jeffes, Asli Kilic con un programma dedicato a Chopin e Scriabin, e Davide Cabassi con musiche di Beethoven.

Molti degli appuntamenti principali del Piano City Milano sono concentrati ovviamente al Piano Center, dove sarà possibile assistere ai concerti in maniera praticamente ininterrotta.

A chiudere il Piano City Milano 2018 ci sarà invece Vinicio Capossela nelle inedite vesti di pianista voiceless. Il giovane talento del pianoforte Manuel Magrini ringrazierà con la sua musica chi lavora instancabilmente per accogliere tutti quei migranti giunti finora nella città di Sant'Ambrogio.

Al Piano City Milano anche un piccolo assaggio del Festival Schubertiade, in programma il 20 maggio al Castello Sforzesco con una non stop di 8 ore di musica. Sabato dalle 19 si esibirà Alberto Pizzo, tra jazz e melodia napoletana, la pianista cubana Marialy Pacheco e Django Bates musicista bebop; chiude Sebastien Tellier, icona francese della musica electro-pop.

Domenica 20 maggio alle 18:30 l'ultimo dei tre concerti previsti a City Life.

Altre Notizie