Assegni familiari 2019: nuove tabelle e come fare domanda

Assegni familiari 2019 importo e requisiti di reddito circolare Inps

Assegno familiare 2019: come fare domanda, ecco le nuove tabelle

Prima facciamo un po' di chiarezza: cosa sono gli assegni familiari?

Con la Circolare n. 68 dell'11 maggio 2018 l'Inps ha comunicato i nuovi livelli reddituali, per il periodo 1° luglio 2018 - 30 giugno 2019, ai fini della corresponsione dell'assegno per il nucleo familiare.

La circolare ha ricordato che la misura della prestazione assistenziale fornita dall'Inps è legata principalmente al reddito complessivo del nucleo familiare.

Il beneficiario dell'assegno al nucleo familiare deve presentare domanda ogni anno e questo ha il dovere di comunicare tempestivamente qualsiasi variazione che comporti la cessazione o la rideterminazione dell'importo dello stesso.

Questo tipo di assegno è riservato, come abbiamo visto, alla categoria dei lavoratori dipendenti e ai cittadini pensionati. Le tabelle degli assegni familiari sono suddivise in base alla tipologia di nucleo familiare.

Assegni familiari 2019: importo e requisiti di reddito. Bisogna presentare una domanda ottenuta compilando un modulo da inviare all'Inps: può essere utile farsi aiutare da un patronato.

L'aumento dell'Istat calcolato all'1,1 per cento sui prezzi al maggiore consumo per le famiglie degli operai e degli impiegati ha determinato dei cambiamenti relativi agli importi e, di conseguenza, anche ai nuovi limiti di reddito dei nuclei familiari per l'accesso agli assegni familiari [VIDEO] per tutti coloro che hanno un lavoro dipendente o sono pensionati.

Per quanto riguarda questo ultimo punto, verranno presi in considerazione tutti i redditi percepiti nell'anno solare antecedenti il primo luglio di ogni anno e validi fino al 30 giugno dell'anno successivo. In allegato dovrà esserci il reddito complessivo percepito nel 2017 ricavabile dalla dichiarazione dei redditi, la Certificazione unica e una copia del documento di riconoscimento. La domanda deve essere presentata dai lavoratori dipendenti privati al datore di lavoro con modello ANF/DIP (SR 16), dai lavoratori titolari di prestazioni previdenziali alla Sede INPS territorialmente competente sulla base della residenza del richiedente con il modello ANF/PREST (SR 32), dai pensionati da lavoro dipendente alla Sede INPS territorialmente competente sulla base della residenza del richiedente con gli appositi modelli (ad esempio: AP 01 anzianità, AP 02 vecchiaia e AP 57 VO IO). Per i nuclei composti da 4 familiari l'azzeramento arriverà con un reddito al di sopra dei 78.640,85 euro, di 91.902,79 euro per i nuclei di 5 persone e, infine, relativo ai 94.694,74 per quei nuclei familiari composti da 6 persone.

L'assegno viene pagato dal datore di lavoro, per conto dell'INPS, ai lavoratori dipendenti in attività, in occasione del pagamento della retribuzione.

Altre Notizie