Trovato morto in un hotel il "re dei diamanti"

Trovato morto il presidente di IDB Claudio Giacobazzi

Trovato morto in un hotel il "re dei diamanti"

La situazione negli ultimi tempi era peggiorata per Giacobazzi, visto che la scorsa settimana il Corriere della Sera aveva rivelato che lo stesso era finito sul registro degli indagati dalla Procura di Milano, assieme ad altre nove persone, con le accuse di associazione a delinquere, per sfruttare il patrimonio di Antinea Massetti De Rico (fondatrice dell'azienda gestita dal 65enne reggiano) e del marito, Richard Edward Hile, entrambi morti nel 2017.

L'inviato della trasmissione di Italia Uno lo ha scovato nella sua casa di Vezzano, dove il manager non ha scansato le domande, rispondendo nel servizio durato in tutto 15 minuti, con testimonianze dei risparmiatori che si sono rivolti alle associazioni di consumatori e avvocati per riavere parte del valore dei diamanti venduti dalla Idb alle banche e da queste ai clienti.

È stato trovato morto lunedì in un hotel di Reggio Emilia il presidente e amministratore delegato di Intermarket Diamond Business (Idb), Claudio Giacobazzi, 65 anni. Giacobazzi, trovato con un sacchetto in testa stretto al collo da un elestico, è morto per soffocamento. La procura ha comunque disposto l'autopsia, di modo da dissipare qualsiasi dubbio. Per i carabinieri, che hanno trovato il corpo dell'uomo, si sarebbe trattato di un gesto volontario, ipotesi avvalorata anche da una lettera di commiato lasciata nella stanza.

Proprio da Vezzano è partita la prima allerta, la mattina del 14 maggio scorso: la moglie non riusciva più a raggiungere il manager, nemmeno al cellulare. Da lì a poco, alle 17.30, l'amara scoperta: la stanza prenotata a suo nome, la porta chiusa e l'uomo dietro, disteso sul letto che non rispondeva ai richiami. Le Iene lo avevano raggiunto soltanto poche settimane fa: al centro del servizio, la denuncia sugli investimenti in diamanti, un caso che inizialmente sollevò Report di Milena Gabanelli.

Il gip ha posto sotto sequestro preventivo un controvalore di circa 70 milioni di euro.

Altre Notizie