Sistema Raiola, affari e insulti: la Figc apre un'indagine

"La Figc è uno schifo, la Procura apre un'indagine su Mino Raiola

Il massimo organo calcistico italiano vuole vederci chiaro sul noto e famelico procuratore, spesso protagonista di dichiarazioni e atteggiamenti oltre il limite del consentito. La Procura Federale gli ha notificato a tre indirizzi europei, l'apertura di un'indagine per violazione del codice di giustizia sportiva. Nell'occasione Raiola non aveva risparmiato nessuno: "Abbiamo una Federazione debole, che non idea di cosa fare, semplicemente scarsa". In particolare, dichiarazioni lesive contro l'istituzione (per l'esattezza, articolo cinque).

Così, sempre secondo Il Fatto Quotidiano, le autorità olandesi hanno avviato un'istruttoria su Mino per verificare la sua reale residenza fiscale. Gli olandesi avrebbero chiesto alla Guardia di Finanza di recuperare i contratti siglati con il Milan. La richiesta è motivata dal fatto che il rapporto tra il procuratore ed i rossoneri è stato molto duraturo e costante nel corso degli anni. Per Raiola c'è il pericolo di una sanzione di qualche decina di migliaia di euro. Dopo i dirigenti e i tifosi italiani, inviperiti con Raiola per il suo "modus operandi" con molti dei suoi assistiti, a non poterne più delle esternazioni del procuratore sarebbe ora anche la stessa federazione: decisa a mettere un freno alle uscite fuori luogo del cinquantenne di Nocera Inferiore.

Altre Notizie