Festival di Cannes, in una carta la parità dei diritti uomo-donna

Festival di Cannes, in una carta la parità dei diritti uomo-donna

Festival di Cannes, in una carta la parità dei diritti uomo-donna

Andrea Damante ha difatti pubblicato su Instagram un suo scatto sul red carpet del Festival di Cannes, facendo però insorgere tanti dei suoi ex fan... Torna su Diamantino in una nuvola rosa scintillante circondata da giganteschi barboncini che rimbalzano, un'immagine che evoca le figure pastello super kitsch che si trovano sui copricuscino della nonna.

Sfilare sul red carpet è il grande sogno di ogni attrice che si rispetti.

Festival di Cannes, in una carta la parità dei diritti uomo-donna
Festival di Cannes, in una carta la parità dei diritti uomo-donna

Si tratta del primo documento di questo tipo mai siglato all'interno di un festival del cinema. Tanto di più se a sfilare sono più modelle che attrici, del calibro di Bella Hadid, Natasha Poly, Naomi Campbell e Toni Garrn, che hanno letteralmente mandato in tilt i fotografi con spacchi vertiginosi e scollature osé. Tra chi si chiede se in mancanza di Giulia non ci sia "Photoshop che ti fa compagnia a Cannes" e chi si offre di consigliargli "una persona che sappia usare meglio" il celebre programma di fotoritocco. Di Nabilla Benattia, la star francese che ieri ha calcato il tappeto rosso del Festival di Cannes creando scandalo.

Alcuni lo vedono come un gesto di ribellione, altri semplicemente per comodità, il fatto è che questa scena ha aperto i giornali in tutto il mondo, riducendo l'importanza alla vera ragione della sua presenza; la presentazione del nuovo film di Spike Lee, Blakkklansman.

Altre Notizie