Diario Anna Frank, scoperte due pagine con "barzellette sporche"

Diario di Anna Frank scoperte due pagine inedite

Diario di Anna Frank scoperte due pagine inedite Gli esperti hanno scoperto che la ragazza aveva incollato alcune pagine che ora sono state rivelate

Adesso, scrisse un giorno Anna Frank sul suo diario, metterò qui una barzelletta un po' sporcacciona: "Che cosa fanno le donne della Wehrmacht in Olanda?" Come riportato dal quotidiano La Repubblica, le ultime due pagine svelate sarebbero state scritte il 28 settembre del 1942, pagine dove Anna aveva incollato della carta marrone, svelate grazie all'utilizzo di nuove tecnologie in collaborazione con l'Istituto Hyugens per la storia olandese, e l'Istituto NIOD di studi su guerra, Olocausto e genocidio. Ma la ricostruzione di due pagine 'inedite' ha permesso di svelare le curiosità e le scoperte sessuali di un'adolescente: dall'arrivo del ciclo ai rapporti tra uomini e donne passando per la prostituzione ma anche per la possibile omosessualità dello zio materno Walter. A rivelare il contenuto di quelle righe finora inedite del Diario è stata la Fondazione Anna Frank che ha ricostruito il testo nascosto da una carta marrone incollata sulle pagine.

Anna Frank si nascose in un alloggio segreto nella sezione non utilizzata della ditta del padre, Otto Frank, il 5 luglio 1942, circa un mese dopo aver ricevuto un diario per il suo tredicesimo compleanno. Quello che è stato scoperto ha del sorprendente, visto che sulle due pagine inedite Anna aveva appuntato delle barzellette sconce e altri appunti sulla sessualità. Le battute 'sporche' sono classiche tra i bambini in crescita: "chiariscono che Anna, con tutti i suoi doni, era anche e soprattutto una ragazza normale". Donne come queste - si legge nelle righe salvate dal tempo - accostano gli uomini nelle strade e poi vanno insieme. A Parigi ci sono grandi case per questo e papà c'è stato.

Per lei "così desiderosa di conoscere e di sapere", tutto ciò che viene portato dentro quella casa, dalla città occupata e dal mondo più vasto - notizie, giornali, riviste, ma anche "aria buona, piccole speranze" - è necessità primaria. Zio Walter non è normale. Anne non diventerà mai adulta, ma il carattere che non riuscirà a portare compimento nel Diario c'è.

"A volte immagino che qualcuno mi chieda di spiegargli come funziona il sesso". Anna Frank ha lasciato in dono il suo prezioso diario e come ogni giovanissima, ha voluto anche nascondere degli scritti.

Dopo essersi riferita ai "movimenti ritmici" del rapporto sessuale, Anna nota che "l'uomo considera questa convivenza come un piacere ed ha anche desiderio di questo. Per fare da materasso ai soldati". Anche nelle pagine - 78 e 79 - del taccuino con la copertina a quadretti rossi e bianchi, che testimoniano il legittimo e ingenuo interesse per temi di materia sessuale.

Altre Notizie