Serbia, l'arbitro si inventa il rigore: la decisione gli è costata l'arresto

Nicola Del Nobile e a destra Francesco Messineo

Nicola Del Nobile e a destra Francesco Messineo

FISCHIARE un calcio di rigore dubbio può costare la galera.

La polizia ha arrestato un arbitro di calcio per abuso d'ufficio.

Secondo l'accusa l'arbitro avrebbe favorito apertamente la squadra di casa dello Spartak, assegnandole due rigori, uno dei quali assolutamente inesistente, e dirigendo la gara in maniera non imparziale.

Il procuratore Aldo Giubilaro
Il procuratore Aldo Giubilaro

L'incriminazione è avvenuta dopo la direzione della gara di campionato tra Spartak Subotica e Radnicki Nis, con entrambe le squadre in corsa per un posto in Europa League. Nonostante le proteste dei giocatori della squadra ospite - il Radnicki di Nis - l'arbitro Srdjan Obradovic ha fischiato il tiro dal dischetto.

Se il primo penalty assegnato ai padroni di casa appare ragionevole, il secondo lascia a dir poco perplessi: nell'azione incriminata non si vede infatti nessun contatto, nessun fallo che giustifichi in qualche modo la decisione di Obradovic.

Altre Notizie