Romagnoli: "Europa League? Puntavamo a qualcosa di più"

I tifosi del Milan lo hanno votato, Alessio Romagnoli, ha stravinto il Premio Gentleman dedicato al Milan. Il centrale rossonero ha stilato un bilancio sulla sua stagione e su quella della squadra dichiarandosi soddisfatto di quanto fatto sottolineando però che si poteva fare comunque meglio. Sono partito un po' male perché non avevo fatto la preparazione ma poi sono cresciuto. Poi mi sono ripreso.

Grazie al punto ottenuto nell'ultimo turno di campionato a Bergamo, il Milan ha centrato la qualificazione alla prossima edizione dell'Europa League, ma il sesto posto non è ancora al sicuro: "Puntavamo a qualcosa di più - ha affermato Alessio Romagnoli - non possiamo negarlo, ma siamo stati bravi a raggiungere l'obiettivo minimo dell'Europa League". E per farlo serve non sbagliare niente negli ultimi 90' con la Fiorentina: "Dobbiamo vincere a tutti i costi, loro non ci regaleranno nulla. Dobbiamo farlo anche per i tifosi, speriamo che ce ne siano tanti domenica a San Siro". Abbiamo tanti margini di miglioramento, siamo un gruppo giovane. Poi sull'intesa con Leonardo Bonucci, cresciuta partita dopo partita: "Si, soprattutto quando siamo passati a quattro".

Su Gattuso: "Ci ha sistemati sotto diversi punti di vista e in campo si è visto. Speriamo di continuare a crescere e acquisire sempre più esperienza".

Altre Notizie