Prezzi al consumo aprile 2018, Istat conferma dati inflazione preliminari

Eurozona: l'inflazione rilevata nel mese di aprile ha confermato le attese del mercato, come si può osservare sul nostro Calendario Economico.

Nell'annuncio fatto ieri dall'Ufficio di Statistica slovacco, i prezzi al consumo sono incrementatio nel mese di aprile 2018 del 2,9% su base annua, il valore più alto dal 2012. L'Istituto spiega che "il rallentamento dell'inflazione, in parte frenato dall'accelerazione dei prezzi dei Beni alimentari (da +0,5% di marzo a +1,3%), si deve prevalentemente all'inversione di tendenza dei prezzi dei Beni energetici regolamentati (da +5,0% a -1,2%) e dei Servizi relativi ai trasporti (da +2,5% a -0,7%), cui si aggiunge quella, meno marcata, dei prezzi dei Servizi relativi alle comunicazioni (da +0,4% a -0,7%)". In particolare i prezzi dei beni alimentari accelerano la loro crescita su base annua (da +0,5% di marzo a +1,3%).

Considerando l'andamento dei prezzi nei primi quattro mesi del corrente anno, l'inflazione 2018 già acquisita è pari a +0,7% per l'indice generale, mentre l'incremento è dello 0,5% per la componente di fondo, ovverosia per l'inflazione al netto delle componenti più volatili che sono rappresentate dagli alimentari freschi e dai beni energetici.

Gli aumenti dei prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona accelerano fino a triplicare ad aprile e passano dal +0,4% su base annua di marzo all'1,2%.

I prezzi dei prodotti ad alta frequenza d'acquisto salgono dello 0,3% su base mensile e dell'1,4% su base annua (in accelerazione da +0,8% del mese precedente).

L'indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) aumenta dello 0,5% in termini congiunturali e dello 0,6% in termini tendenziali (in decelerazione da +0,9 di marzo), confermando la stima preliminare.

L'indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI), al netto dei tabacchi, rimane stabile su base mensile e aumenta dello 0,4% rispetto ad aprile 2017.

Altre Notizie