F1 Test Barcellona 2018: è Bottas il più veloce nel Day 2

F1 Alfa Romeo Sauber- Giovinazzi torna in vettura

F1 Alfa Romeo Sauber- Giovinazzi torna in vettura"Astinenza lunga che sofferenza- Twitter Sauber F1 Team

Il pilota pugliese non si è fatto trovare impreparato (nonostante mesi di sosta, se non al simulatore) e ha percorso 148 giri (ha fatto registrare il secondo tempo in 1:16,972, su gomma hypersoft, staccato di 68 millesimi da Bottas su supersoft).

Neanche una piccola defaillance fisica capitata a Giovinazzi al termine della prima giornata (dolori intestinali nella notte) ha quindi convinto il pilota che disputerà la 24 Ore di Le Mans a bordo di una 488 GTE a rinunciare alla sua bella possibilità, in attesa di una chiamata nella massima serie che il futuro, si spera, non gli negherà.

Il finlandese ha completato ben 139 giri al volante della sua Mercedes W09, provando tutte e tre le mescole a disposizione dei piloti e raccogliendo più dati possibili. Terzo tempo per Lando Norris su McLaren, a 1 " 135 da Bottas ma montando le soft.

Il tedesco ha dichiarato che, con le vecchie gomme, causa blistering, il GP di Spagna sarebbe potuto andare anche peggio per la sua SF71H. Per lui anche un testacoda alla curva 12 durante la sessione mattutina, poi nel pomeriggio la sua monoposto si e' fermata in pista causando la bandiera rossa per un problema comunque di poco conto. "Il figlio d'arte ha completato 75 tornate, fermando il cronometro del suo giro migliore in 1'18" 274.

Sesto tempo per Jack Aitken al volante della Renault. Sale in terza posizione il giovane Lando Morris con la McLaren Renault, con 80 giri all'attivo, e che è stato in grado di precedere il titolare Vandoorne solo decimo. Settimo Charles Leclerc, in forza all'Alfa Romeo Sauber; seguono Robert Kubica, nuovamente in azione con la Williams FW41, e il francese della Toro Rosso, Pierre Gasly. C'è da dire che in Toro Rosso hanno dovuto sostituire la power unit Honda, e questo è costato parecchio tempo.

Undicesimo tempo per Jake Dennis, che ha esordito al volante della STR14: il pilota della Red Bull si occupa di sviluppo al simulatore e oggi è sceso in pista per un lavoro di verifica di attendibilità dei dati del simulatore e della galleria del vento.

Altre Notizie