Ducati, Dall'Igna: "Dovizioso ci farà sapere entro Mugello"

Andrea Dovizioso parla l'agente

MotoGP, Dovizioso c'è la firma: in Ducati fino al 2020

Il vicecampione del mondo in carica, infatti, è davanti a un bivio fondamentale per il suo futuro, a trentun anni: la Ducati preme per il rinnovo, dopo averlo visto imporsi senza problemi sul compagno di scuderia Jorge Lorenzo e arrivare a competere per il titolo mondiale fino all'ultima gara. La somma andrebbe così a superare i cinque milioni di euro che Ducati aveva offerto a "DesmoDovi" per il rinnovo contrattuale.

Nel frattempo, però, si continua a mediare, e a spendersi più di tutti nel delicato lavoro di tessitura di un accordo è il direttore sportivo Paolo Ciabatti, che con pazienza sta riuscendo a far compiere piccoli ma importanti passi in avanti alla trattativa. Ma sicuramente entro il Mugello avremo la risposta definitiva.

E su un ipotetico ritorno di Iannone sulla Desmosedici, Dall'Igna smentisce: "Al momento il nostro focus è trovare un accordo con Dovizioso, poi ci saranno gli altri piloti". Io non sono contento, lui non è contento e neanche i ducatisti lo sono.

Il pilota di Vasto sta vivendo il suo miglior momento da quando è alla Suzuki e adesso che il feeling sembra buono non vuole interrompere il rapporto con la casa giapponese come dichiarato ai microfoni della Gazzetta: "E' un momento positivo e dobbiamo godercelo".

"Onestamente ha fatto meglio di quanto si sperava, a dimostrazione di quanto possa essere veloce con la nostra moto". E se, come detto, è difficile che il nodo si sciolga già questo fine settimana, molto più probabile è che si arrivi a mettere nero su bianco il nuovo contratto tra Andrea Dovizioso e la Ducati già in occasione del prossimo Gran Premio, quello di casa per entrambi, in programma il 3 giugno al Mugello.

Altre Notizie