Caso Stamina, la procura: "Vannoni torni di nuovo a giudizio"

Berlusconi

Caso Stamina, la procura: "Vannoni torni di nuovo a giudizio"

Il gup di Roma ha rinviato a giudizio il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi e il cantante Mariano Apicella indagati nel procedimento Ruby Ter.

Alla ripresa dell'udienza preliminare, l'avvocato di Bonasia ha fatto sapere che la sua cliente non è punibile perché, anche ammesso che abbia reso dichiarazioni non veritiere sulle serate di Arcore con Silvio Berlusconi, lo ha fatto per proteggere il proprio onore.

Il pubblico ministero ha chiesto il rinvio a giudizio anche per la stessa Roberta Bonasia, accusata di calunnia, falsa testimonianza e corruzione di atti giudiziari.

Nella prossima udienza, fissata il 1° giugno, è prevista la discussione degli avvocati difensori di Berlusconi, all'esito della quale il gup Francesca Christillin dovrà decidere se sollevare il conflitto di competenza tra le procure o accogliere il rinvio a giudizio. Dalle intercettazioni disposte dalla procura di Milano nel 2012, Roberta Bonasia veniva definita come possibile "compagna" dell'allora presidente del Consiglio, circostanza sempre smentita dagli interessati. Secondo la procura di Milano per la ragazza Berlusconi avrebbe sborsato 80mila euro tra bonifici e assegni. Berlusconi è accusato di corruzione in atti giudiziari. La causa dunque dovrebbe essere celebrata a Milano, il cui tribunale però si è già pronunciato in senso contrario.

Altre Notizie