Alleva (Pres. Istat): "Italia secondo Paese più vecchio al mondo"

Istat: italiani più vecchi e soli, ascensore sociale bloccato

Lavoro ai livelli pre-crisi ma non al Sud: la fotografia dell'Istat

Lo afferma l'Istat nel rapporto annuale, sottolineando che "la solidità economica della famiglia è determinante nella scelte di vita, scolastiche e lavorative dell'individuo". E siamo anche più fragili rispetto agli altri europei. La contrazione delle nascite - rileva l'Istat - ha una forte componente strutturale e interessa tutte le aree ma in particolare nel centro Italia con una contrazione del 4,6%. Nel complesso nel 2017 si registra una crescita con il monte-ore che è arrivato a quota 10,8 miliardi vicino ai livelli pre-crisi, così tornano a crescere le costruzioni Per la prima volta dal 2008 infatti l'indice della produzione nelle costruzioni ha mostrato una variazione positiva a +0,8%. Meno donne in età feconda comportano inevitabilmente meno nascite.La crisi demografica è confermata dal terzo anno consecutivo di flessione della popolazione.

(Agenzia Vista) Roma, 16 maggio 2018Alleva Italia secondo Paese piu vecchio al mondoAl 1° gennaio 2018 si stima che la popolazione residente ammonti a 60,5 milioni, con un'incidenza della popolazione straniera dell'8,4 per cento. Le regioni da cui ci si sposta di più per avere prestazioni ospedaliere sono Molise, Basilicata e Calabria, le regioni più attrattive in questo senso sono, invece, Lombardia ed Emilia-Romagna. E la tendenza è destinata ad accentuare ulteriormente il processo di invecchiamento. L'Italia è il secondo Paese più vecchio al mondo, con 168,7 anziani ogni 100 giovani.

Altre Notizie