Roma-Juventus, De Rossi: "Stiamo crescendo, noi al livello del Napoli"

Daniele De Rossi, capitano della Roma, ha parlato ai microfoni di Sky Sport a Sky Calcio Club nel post partita di Sampdoria-Napoli e Roma-Juve. Certi giocatori hanno solo bisogno di essere aspettati, però il mercato incide. Non lo so ma sono orgoglioso delle ultime due stagioni. Abbiamo fatto meno in campionato: è quello l'obiettivo più alla nostra portata, potremmo provare a scucirlo a chi l'ha festeggiato stasera. Noi stiamo crescendo, e anche la mentalità sta cambiando. Quelle due serate ci hanno dato sicuramente una maturità che fa bene per il nostro ego, siamo migliorati.

QUANTO CONTA IL MERCATO -"Il mercato?" Non è mio dovere parlarne, ma dico che bisogna aspettare chi arriva e valutarlo dopo un po' di tempo. Prima finiva l'anno ed era "me ne vado" o "non vedevo l'ora", adesso invece c'è gente che sta bene. Sarebbe riduttivo dire che abbiamo perso partite per le voci, abbiamo perso partite che ci hanno fatto migliorare, spero anche per l'anno prossimo. Un altro degli handicap che abbiamo avuto è che non abbiamo capito subito cosa voleva Di Francesco, che è un allenatore bravo e preparato. Lo abbiamo pagato col Napoli. Vince chi ha i calciatori più forti e in forma, ma il Napoli quest'anno ha dato risposta al vostro quesito.

"Sono felice degli ultimi due anni". Quest'anno abbiamo fatto bene perché alcuni giovanotti stanno diventando uomini. Hanno zoppicato, ma sono squadre che fanno sempre paura perché hanno giocatori fortissimi e hanno allenatori bravi. Quello fatto dai club è stato evidente, anche la Lazio è arrivata a un passo dalla semifinale di Europa League. Il problema è la Nazionale, abbiamo fatto il disastro con la Svezia.

Quanto sentite importante l'arrivo in Champions? Abbiamo visto cosa può offrirti la Champions, per squadre che non hanno dimensioni di Real e Barcellona può cambiare tutto. Lazio e Inter hanno una partita che non vorrei giocare, con giocatori forti. Un peccato non vederla ma credo che giocheremo in contemporanea. Se dovesse sbloccarsi, andando in Champions, l'Inter potrebbe essere pericolosa per l'anno prossimo, anche grazie agli introiti.

Bellissima la lotta per la salvezza, nessuno ha regalato niente. Sarà un peccato vedere retrocedere una di queste squadre che lotta, hanno lottato con i denti. Un vero e proprio spareggio per la Champions, che metterà a dura prova i nervi dei giocatori e dei tifosi. "Partendo dal presupposto che Allegri ha fatto risultati impressionanti, penso che si possa creare qualcosa in più". Arriveranno Caldara e Spinazzola, avere questi totem li aiuterà a trovare la strada giusta. Speriamo che andando via i vari Buffon, Barzagli, smettano di trovare questa strada sempre (ride, ndr).

Altre Notizie