'Via il cellulare',12enne si taglia vene

Lecce il papà le sequestra lo smartphone 12enne tenta il suicidio

Lecce, litiga per lo smartphone con il padre e si fa un taglio a un polso: 12enne tolta alla famiglia

"La medicazione - riporta ANSA - viene notata da una insegnante che chiede spiegazioni alla 12enne la quale racconta del litigio con il padre a causa del cellulare e anche dello schiaffo ricevuto dal genitore durante il litigio e del suo tentativo di tagliarsi un polso". L'insegnante ha segnalato tutto al Tribunale per i minorenni ed è intervenuta l'autorità giudiziaria, che ha deciso l'allontanamento dalla famiglia della ragazzina che ora si trova in una comunità gestita da suore. Il padre è indagato per maltrattamenti.

Lecce, 12enne si taglia un polso dopo rimprovero del padre: "smettila con quello smartphone", e la figlia si ferisce.

L'episodio è avvenuto la settimana scorsa a Lecce. L'uomogestisce a Lecce un negozio di alimentari. Quell'uomo è un commerciante che con la moglie lavora per gran parte del giorno per poter sbarcare il lunario: più volte in passato i genitori si erano detti preoccupati per quel rapporto "in simbiosi" che la loro figlia intercorre con il proprio smartphone (in quanto ci riconosciamo in lei?) anche quando è in compagnia con le amiche. Al culmine della quale la dodicenne ha preso un coltello e si è procurata un taglio al polso sinistro. Una lesione a quanto pare superficiale, medicata dalla stessa con pomata e cerotto. E ora il padre è indagato per maltrattamenti.

L'insegnante ha quindi ritenuto opportuno segnalare la vicenda al Tribunale per i minorenni che ha deciso l'allontanamento della bambina dalla famiglia.

Altre Notizie