Verso Torino-Milan, la conferenza stampa di Gattuso

Torino-Milan probabili formazioni e statistiche

Formazioni Torino-Milan, Cutrone torna titolare

Comunque sì, ci stiamo lavorando e pensando. Non sono preoccupato che non segniamo, siamo decimi nella classifica dei gol fatti, ma l'importante è arrivarci, sono felice però per la mentalità. Giochiamo da vera squadra, ma è vero che per completarci dobbiamo migliorare nel finalizzare. Sono contento quando prende palla e si accentra, penso che un giocatore così sia meglio averlo in squadra che doverlo affrontare. Nel loro dna c'è senso di appartenenza, col Napoli tra l'altro abbiamo speso tanto e dunque dobbiamo anche cercare di mettere energie nuove sul terreno di gioco. Dobbiamo non possiamo fare passi indietro, altrimenti significa che non siamo ancora pronti. "Si può fare tutto nella vita, ma oggi è più improvvisazione che organizzazione, bisognerà provare un tanto al chilo, per dire, perché davvero c'è da capire la situazione fisica di ognuno". Ma è molto più bello il Milan di oggi rispetto a quello di Roma: eravamo più brillanti ma giocavamo di rimessa. "Hanno tre giocatori di qualità che possono fare tanti gol, Belotti sa muoversi benissimo e oltre a quello hanno tantissimi giocatori forti fisicamente: sono un mix veramente forte di quantità e qualità". Si vedeva fin da ragazzino che fosse bravo, infatti l'avevamo comprato in comproprietà con l'Albinoleffe. Ai tempi dissi che dopo Sheva era uno che mi aveva impressionato. Lo stadio, ristrutturato recentemente, è il vero cuore pulsante di questo Toro che ha ritrovato Ljajic e sta riscoprendo Belotti, autore di una stagione sotto le aspettative. Si potrebbero fare tante cose ma purtroppo ora non possiamo permetterci di osare.

SE SI ASPETTA QUALCOSA DA QUALCHE GIOCATORE IN PARTICOLARE: 'Sempre dal collettivo, del singolo giocatore non mi sentirete mai parlare.

Il numero 9 Granata affronta quella che potrebbe essere la maglia del suo futuro.

.

"Abbiamo giocato due giorni fa, oggi faremo la conta per capire chi sta bene". Massima concentrazione, se non andiamo con la testa giusta rischiamo di fare una figuraccia. Poi su Kalinic: "È un attaccante che si sa muovere molto bene, il gol è importante ma non merita tutti i fischi dei tifosi".

Nonostante i tre pareggi consecutivi, i rossoneri sono in continua crescita: "Leggendo la rassegna stampa che mi danno, state cavalcando l'onda che stiamo facendo pochi gol- ha sottolineato Gattuso- Io però non sono preoccupato, stiamo costruendo tanto. Dopo quel piccolo problema ci ha messo professionalità e sono contento di quello che sta facendo". E' un ragazzo per bene, con la testa sulle spalle, molto semplice. Non dobbiamo accontentarci di giocare una bella partita contro Napoli e Juventus dobbiamo aspirare a una continuità di prestazioni. Sono messi in campo bene, sono una squadra dura, rognosa. "Non aspettatevi delle rivoluzioni".

SULLA MANCANZA DI UN BOMBER: 'Ci vuole anche un pizzico di fortuna in certe occasioni.

Alla vigilia di Torino-Milan ha parlato in conferenza stampa Gattuso.

Altre Notizie