Vallanzasca chiede la libertà condizionale. "È cambiato, il carcere non serve più"

Vallanzasca chiede la libertà condizionale.

Vallanzasca chiede la libertà condizionale. "È cambiato, il carcere non serve più"

Renato Vallanzasca, attualmente in carcere a Bollate, ha chiesto al Tribunale di Sorveglianza di Milano di poter ottenere "la liberazione condizionale e la semilibertà". Una tentata rapina costata all'ex capo della banda della Comasina, noto alle cronache come il "Bel Renè", una condanna a 10 mesi di carcere e 300 euro di multa, che si aggiungono al curriculum criminale fatto di 4 ergastoli e 296 anni di carcere.

Per tutte queste ragioni, è la conclusione della relazione firmata da Massimo Parsi, direttore dell'equipe "si ritiene che il soggetto possa accedere alla liberazione condizionale (o in subordine alla semilibertà)". La richiesta formulata al Tribunale dalla difesa è dunque, in base a queste osservazioni, proprio quella di finire di scontare la pena fuori dal carcere in regime di libertà vigilata.

Nei prossimi giorni, i giudici dovranno decidere se accettare o meno tale richiesta.

Altre Notizie