Torino-Milan, Gattuso ritrova Belotti: "Mi impressionò già a Palermo"

Milan Gattuso''Pochi gol ma giochiamo meglio. Calhanoglu? Lo vedo alla Pirlo

Gennaro Gattuso

Troviamo una squadra ha giocatori di qualità, è rognosa e ben messa in campo.

Le qualità del Torino: "Nel loro DNA c'è il saper combattere, hanno senso di appartenenza, il cosiddetto cuore Toro. Dobbiamo riproporre quello che abbiamo fatto, non dobbiamo fare nessun passo indietro". Il gol è fondamentale però viene massacrato ogni volta dal pubblico ed è ingiusto, l'importante è che non lo fischiamo noi. Il tempo non è alleato del tecnico rossonero, intenzionato a non cambiare nulla in corsa anche se qualche nuova idea, specialmente in vista della prossima stagione, sta iniziando a prendere forma nella sua testa.

Su Locatelli: "E' un giocatore che mi sta piacendo molto ultimamente per impegno, si allena bello cazzuto, allenarsi con la faccia triste non serve, bisogna preparasi bene e farsi trovare pronto, non è un caso che sia entrato bene domenica".

Gennaro Gattuso ritrova Andrea Belotti. Se non siamo compatti e non giochiamo a palla coperta, rischiamo di essere presi in infilata. "Si capiva subito cosa sarebbe diventato".

Rino Gattuso alla vigilia di Torino-Milan, turno infrasettimanale che dirà tanto sul posizionamento in campionato dei suoi, in conferenza stampa ha presentato così la sfida ai granata:"Leggendo la rassegna stampa che mi danno, state cavalcando l'onda che stiamo facendo pochi gol". Lui vuole spesso la palla sui piedi, io lo voglio più dentro. Lui vi riempite gli occhi per il lancio che fa, ma lui può buttare giù le cose. Uno degli attaccanti che Gattuso stima di più gioca con il Torino, è stato nei pensieri di mercato del Milan un'estate fa e non è detto che non ci torni. Io non sono preoccupato, stiamo costruendo tanto e l'importante è questo, anche se è chiaro che dobbiamo migliorare a livello realizzativo, comunque ci sta che gli attaccanti manchi lucidità perché partecipano molto alla manovra per farci stare compatti. "Mi è sempre piaciuto, ha il veleno, è un giocatore completo e un ragazzo perbene", ha dichiarato l'allenatore del Diavolo. Oggi c'è grande rotazione e tutti si mettono a disposizione per giocare palla con grande personalità e sappiamo soffrire tutti insieme.

Altre Notizie