Sintesi Salisburgo-Lazio 4-1: Video Gol, Highlights e Tabellino (Europa League 2017-18)

DIRETTA / Salisburgo-Lazio, Europa League 2018. Orario tv, formazioni, risultato, pagelle 12 aprile

Europa League, Salisburgo-Lazio: dove vedere la gara in Tv e in streaming

Un'ulteriore beffa per la Lazio se pensiamo che soltanto martedì la Roma ha fatto la stessa cosa con il Barcellona, eliminando i catalani dopo il 4-1 subito all'andata. "Forse era scritta l'eliminazione: abbiamo avuto molto più occasioni di loro che in due tiri e mezzo hanno fatto 4 gol". Una raffica di tre gol in cinque minuti e la Lazio se ne torna a casa probabilmente senza avere nemmeno capito perchè.

Le indicazioni sono da considerarsi meri strumenti di informazione, e non intendono in alcun modo costituire consulenza finanziaria, sollecitazione al pubblico risparmio o promuovere alcuna forma di investimento. I biancocelesti, che all'andata si erano imposti per 4-2, si sono portati in vantaggio con Immobile al 55', ma già al 76' il risultato era di 4-1 per gli austriaci. Poco male, perchè i biancocelesti, pur spingendo poco sull'acceleratore, vanno al riposo sullo 0-0, poco dopo aver sciupato una enorme palla gol con Immobile.

Nella ripresa il leitmotiv è lo stesso: Immobile si divora un gol a tu per tu con il portiere, tentando un pallonetto che però non inganna Walke. Il fulmine a ciel sereno scagliato dall'attaccante israeliano spaventa gli aquilotti, che indietreggiano e regalano campo al Salisburgo. Al 72′ la Lazio si riaffaccia in avanti con Luis Alberto, che fallisce una buona occasione calciando debolmente tra le braccia di Walke.

Alla Lazio non basta passare in vantaggio con Immobile per avere la meglio sul Salisburgo e quindi qualificarsi alle Semifinali di Europa League.

Quattro minuti di recupero danno un pizzico di speranza, ma la Lazio non riesce a segnare: la squadra di Inzaghi è eliminata, paga a carissimo prezzo il blackout dopo essere passata in vantaggio. Neanche il tempo di esultare che al 57′ il Salisburgo trova subito il pari. Il Salisburgo approfitta del totale caos mentale dei Biancocelesti e dopo appena un minuto mette dentro il goal del 4 a 1: da calcio d'angolo Ramalho prolunga la traiettoria e becca Lainer completamente smarcato, che appoggia in tranquillità di testa e batte ancora il portiere della Lazio.

Dopo oltre un'ora di gioco sui suoi standard, crolla ed è disastroso nei 5 minuti che consentono al Salisburgo di ribaltare la situazione. Il Salisburgo risponde con un palo poi Inzaghi fa entrare Felipe Anderson al posto di Milinkovic-Savic.

Salisburgo (4-3-1-2): Walke; Lainer, Caleta-Car, Ramalho, Ulmer; Haidara, Schlager Berisha; Yabo (84′ Minamino); Dabbur, Hwang (79′ Gulbrandsen).

"Abbiamo perso lucidità. Luis Alberto e Milinkovic stavano facendo un'ottima gara, ma volevo inserire Felipe Anderson".

Altre Notizie