Pd offre 3 proposte, M5s apre la porta: "Utili". Prove di dialogo?

Pd offre 3 proposte, M5s apre la porta:

Pd offre 3 proposte, M5s apre la porta: "Utili". Prove di dialogo?

Il comitato è quello nominato dal leader del M5s Luigi Di Maio per verificare le compatibilità tra il programma dei pentastellati e quelli di Lega e Pd.

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android.

Nella giornata di ieri c'è stato un incontro tra Matteo Renzi e Maurizio Martina, ufficialmente sul rebus del governo e sulle consultazioni appena concluse.Un travaglio concluso da una nota ufficiale del reggente arrivata poco prima delle 20: "Ho chiesto al presidente Orfini di posticipare l'assemblea". Povertà: allargare il Reddito di Inclusione per azzerare la povertà assoluta in tre anni e potenziare le azioni contro la povertà educativa. Infine, "lavoro: introdurre il salario minimo legale, combattere il dumping salariale dei contratti pirata anche valorizzando il Patto per la Fabbrica promosso dalle parti sociali". Un passo avanti verso un'intesa col Movimento 5 stelle? "Tagliare ancora il carico fiscale sul costo del lavoro a tempo indeterminato per favorire assunzioni stabili con priorità a donne e giovani, norme per la parità di retribuzione dei generi", conclude. "Noi abbiamo sempre detto che tocca alle forze vincenti il 4 marzo dare indicazioni chiare sul governo, e questo non sta avvenendo". Lasciamo ad altri tatticismi, scontri personali e di potere. Martina puntualizza successivamente che "le prime tre proposte Pd presentate oggi sono per gli italiani, non per questo o quel partito". Punti che potrebbero far convergere Pd e M5s. Intanto, sull'altro fronte, si fa strada l'ipotesi di un incarico esplorativo alla presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, che Salvini ha già approvato: "Può fare un buon lavoro", ha detto.

Altre Notizie