Ilaria Alpi, spuntano nuovi documenti: si valuta la riapertura delle indagini

Omicidio Ilaria Alpi, nuovi documenti da Firenze potrebbero riaprire le indagini

Ilaria Alpi: nuovi documenti, procura valuta la riapertura. La madre: «Basta illusioni»

Nuovi documenti al vaglio della procura di Roma potrebbero portare alla riapertura delle indagini sulla morte della giornalista Ilaria Alpi, e del suo operatore, Miran Hrovatin, avvenuta il 20 marzo del 1994, in Somalia. Del dialogo intercettato sono stati messi a conoscenza solo di recente i magistrati responsabili del fascicolo. In queste settimane gli inquirenti analizzeranno le carte arrivate da Firenze.

Il pm Ceniccola è il magistrato che su delega del procuratore Giuseppe Pignatone assunse la titolarità degli accertamenti dopo che il gip Emanuele Cersosimo, nel dicembre 2007, respinse un'analoga richiesta di archiviazione sul duplice omicidio disponendo ulteriori accertamenti.

Durante l'udienza di piazzale Clodio, davanti al tribunale si è tenuta una manifestazione cui hanno aderito la Federazione nazionale della stampa italia, l'Ordine dei Giornalisti, l'Usigrai e i Comitati di redazione della Rai. Presenti anche le associazioni Art.21 e Libera Informazione.

"Prendo atto che la Procura di Roma ha prodotto una nuova documentazione su questa vicenda. Non voglio fare alcun commento, perché mi sono illusa troppe volte", ha detto Luciana Alpi, mamma di Ilaria, al termine della camera di consiglio fissata davanti al giudice Andrea Fanelli. "Andiamo avanti insomma, anche se sono stanca", ha aggiunto Alpi.

Si riapre il caso Alpi.

Hassan ha ottenuto un risarcimento pari a 3,1 milioni di euro, con una provvisionale di 300 mila per l'errore giudiziario di cui è stato vittima, anche se non ha ancora incassato nulla: "Vivo tra l'Italia, l'Olanda e la Svezia, contando sull'aiuto dei miei familiari e sulla solidarietà di tante persone".

Nel provvedimento, circa 80 pagine, firmato dal pm Ceniccola ci sono le risposte ai quesiti posti all'epoca dal gip Cersosimo e la indicazione degli elementi, a cominciare dall'impossibilità di attivare indagini in Somalia, che impediscono di accertare il movente e gli autori degli omicidi.

Altre Notizie