È morto Lee Ermey, il sergente Hartman di Full Metal Jacket

R. Lee Ermey: morto a 74 anni il sergente di Full Metal Jacket

È morto Lee Ermey, il sergente Hartman di Full Metal Jacket

È morto l'attore R. Lee Ermey, diventato famoso per il ruolo del sergente Hartman nel capolavoro di Stanley Kubrick "Full Metal Jacket".

Ronald Lee Ermey, l'attore che ha impersonificato il brutale istruttore, è morto all'età di 74 anni. La notizia della sua morte è stata data dal manager Bill Rogin su Twitter.

Ha continuato: "Ci sono molti Gunny, ma questo era il NOSTRO, e onoreremo la sua memoria con speranza e gentilezza, per favore sostenete i vostri uomini e le vostre donne in uniforme, ecco cosa voleva più di tutti". Il manager Rogin ha raccontato che nonostante fosse spesso chiamato per ruoli di carattere forte e principi ferrei, nella realtà Ermey era un tranquillo padre di quattro figli e un'anima gentile.

In un'intervista del 2010 per la rivista "Civilian Marksmanship Program", Ermey ha ricordato di essere stato nella sua giovinezza un "piantagrane e un po' un furfante infernale", finendo anche in tribunale. Quel film però è stato solo uno dei tanti di successo.

Dopo l'esordio in "Apocalypse Now" nel ruolo del pilota di elicotteri, Ermey è stato anche il sindaco Tilman nel film "Mississippi Burning - Le Radici dell'Odio" del 1988, il capitano di polizia in "Seven" del 1995, il capo ufficio Frank Martin in "Willard il paranoico del 2003" e il sadico sceriffo Hoyt nel remake di "Non aprite quella porta" diretto da Marcus Nispel. Il Sergente maggiore Hartman è quello della famosa scena nel dormitorio delle nuove reclute dei Marines, e Ermey raccontò di essersi inventato lui stesso le battute che hanno reso famosissimo il suo personaggio.

Altre Notizie