INTER Spalletti su Lazio Roma: "Stasera guarderò la partita, ma…"

Serie A, flop Inter a Bergamo: altro che Champions League, Gasperini annienta Spalletti

Anticipo serie A, Atalanta-Inter 0-0

Spalletti dovrà usarle tutte, nelle prossime giornate, quando affronterà squadre che daranno tutto anche solo per strappare un pareggio in ottica salvezza.

Toloi 6: al 15′ da corner tenta la rovesciata alla Ronaldo, il gesto atletico è spettacolare ma il risultato è una palla che si spegne abbondantemente sul fondo.

Un tempo a testa tra Atalanta e Inter, che però non sfruttano le occasioni da rete e si spartiscono anche i punti in palio. Con questo successo il Cagliari si porta a 32 punti, a -1 dall'Udinese alla nona sconfitta consecutiva ed in piena crisi.Negli altri anticipi, il Genoa ha superato al 'Ferraris' il Crotone per 1-0. Non siamo riusciti a segnare ma va bene così. - "Rafinha non deve tanto essere amareggiato di non aver fatto gol a Bergamo, quanto del tiro che lo avrebbe preceduto". "Non credo - risponde Gasperini -, in questo girone di ritorno stiamo facendo meglio anche dell'andata e anche come gol fatti siamo in linea". Il Cagliari si schiera con un 3-5-1-1 con cui mette otto uomini in mezzo al campo, quindi dentro al campo bisogna essere in tanti per poi rompere la loro linea difensiva. Pareggio che rallenta la corsa per l'Europa League? C'è un problema? "Secondo me no, vista l'avversaria". Ecco le sue dichiarazioni: "Abbiamo giocato una partita complicata contro un avversario difficile". Poi ognuno fa le sue valutazioni. "C'era da venire a prendere la palla ma lui non è un giocatore velocissimo nel ripartire". Icardi ancora a secco?

Solo quattro infatti le vittorie ottenute dall'Inter senza i goal di Icardi, periodo dell'infortunio a parte, tutte peraltro arrivate tra settembre e fine ottobre contro Crotone, Genoa, Benevento e Verona. Un atteggiamento che trasmette e che si palesa anche nei compagni di squadra, che sembrano non sentire la necessità di dover vincere a tutti i costi: basti vedere il finale del match con l'Atalanta, in pressione sì, ma senza strafare. Abbiamo fatto due tiri nello specchio ma se siamo andati tre volte davanti al portiere e abbiamo tirato fuori allora le statistiche non rispecchiano la realtà. Nel primo quarto d'ora si è sbagliato qualcosa: può darsi che non sia stato bravo io a far capire determinate cose ai miei calciatori. Il cambio di Rafinha?

Ma nell'Inter c'è preoccupazione per la corsa a un posto in Champions League? Con il senno di poi qualche minuto in più per Barrow oppure la staffetta al contrario tra i due sarebbe stata una scelta più congeniale.

Altre Notizie