Bologna-Verona 2-0 | Lampi di Verdi e Nagy, festa al Dall'Ara

Hellas Verona- Image

Bologna Verona/ Streaming video e diretta tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live

Passano 5 minuti e Romulo ha un'altra buona chance, palla alta. Verona invece schierato con il 4-4-2: conferma per Cerci che potrebbe giocare davanti al fianco di Aarons, e dunque sulle fasce andrebbero Romulo e Fares secondo un modulo più accorto ma comunque votato alla spinta.

Il Bologna torna alla vittoria dopo una striscia di cinque incontri senza successi in Serie A (2N, 3P). Decisive le reti di Verdi e Nagy, bene anche Dzemaili - un pericolo continuo. Se in trasferta gli uomini di Donadoni hanno qualche problema di troppo, in casa Destro e compagni possono sfruttare il fattore del tifo ma soprattutto per il tecnico queste sono le ultime possibilità di ottenere una conferma.

A togliere le castagne dal fuoco ci pensa Verdi alla mezz'ora: splendida punizione dal limite, il fantasista finta la battuta a scavalcare la barriera e poi indirizza la palla nel sette sul palo presidiato da Nicolas.

"Cerci non ha preso bene la sostituzione?" Il Bologna ci prova al 24 con una sassata di Dzemaili a cui si oppone ancora Nicolas e con un colpo di testa fuori misura di Palacio servito col contagiri da Verdi.

Pecchia allora ha provato a cambiare qualcosa per cercare di raddrizzare il match, facendo entrare Petkovic per un volenteroso Cerci e lasciando in campo un Aarons apparso quasi sempre fuori dal gioco. Nonostante la volontà messa sul terreno di gioco, la fase offensiva dei gialloblu è rimasta completamente inconcludente, con Lee che ha provato a rianimarla con le sue giocate. Al 14' Nicolas è bravo a deviare un bel tiro di Dzemaili dopo un'azione iniziata da Verdi e proseguita da Palacio. Il Verona fa quello che può - cioè poco, visti i valori - e al 31' il Bologna la sblocca: Verdi viene steso da Fares al limite dell'area con un durissimo intervento (meritevole del giallo) e sul pallone va lo stesso numero 9 che col sinistro buca Nicolas sul suo palo, dopo il passo fatto dal portiere dietro la barriera.

"Nè carne, nè pesce" perché i gialloblu non hanno nella fase difensiva il loro punto di forza e nemmeno in quella offensiva, così come dimostrano ampiamente le statistiche.

Gara equilibrata nel primo tempo tra emiliani e veneti.

Altre Notizie