Zuckerberg di nuovo al Congresso Usa

Facebook Messenger in arrivo la possibilità di cancellare i messaggi inviati

Zuckerberg di nuovo al Congresso Usa

"È stato un mio errore e mi dispiace", ha ammesso Zuckerberg.

Ecco i 5 punti più importanti dell'intera sessione. Si accede così ad una pagina intitolata "Come posso sapere se le mie informazioni sono state condivise con Cambridge Analytica?".

Facebook potrebbe presto produrre una nuova versione a pagamento del noto social network nella quale verrebbero bloccati tutti gli annunci per proteggere la privacy degli utenti.

A gettare benzina sul fuoco la direttrice operativa di Facebook, Sheryl Sandberg, che nei giorni scorsi ha dichiarato che il social network ha diverse forme di disattivazione ma non un'opzione di rinuncia totale e che se gli utenti non volessero, quindi, più la pubblicità potrebbe trasformarsi in un prodotto a pagamento. Al centro dell'audizione del 35enne fondatore di facebook il caso di Cambridge Analytica. Ci sarà sempre una versione di Facebook gratuita. "Abbiamo offerto lo stesso aiuto a ciascuna campagna" ha detto Zuckerberg. Il tutto ovviamente per un riscontro di tipo monetario per chi su quelle informazioni basa il proprio business e la propria strategia di marketing per gli utenti.

Facebook attiva la registrazione audio durante la registrazione di video o messaggi vocali, ma in altre situazioni comuni l'app non ha alcun accesso ai microfoni dei dispositivi utilizzati. "Signora deputata, non sono sicuro di cosa voglia dire questo", ha risposto Zuck. A quel punto la deputata, che come i colleghi aveva a disposizione pochi minuti per fare domande, gli ha promesso che tornerà sulla questione. Per quanto tempo conserva i dati?

Sebbene possa apparire una operazione commerciale "per arricchirsi", in realtà da tale operazione Facebook ci perderebbe rispetto alla situazione attuale, in cui per ogni utente americano ad esempio guadagna più di 80 dollari all'anno, molto più dei 20 proposti.

A molte delle domande poste dai senatori sarebbe possibile dare risposta semplicemente cercando su Google.

Come non citare il momento in cui senatore democratico dell'Illinois, Dick Durbin, chiede a Zuckerber: "Si troverebbe a suo agio a condividere con noi il nome dell'hotel in cui ha dormito la scorsa notte?", anche qui, dopo un momento di sbandamento per la domanda, Zuckerberg risponde: "No".

Altre Notizie