Zuckerberg: "Anche i miei dati a Cambridge Analytica"

Datagate Facebook, Zuckerberg per 5 ore in Senato Usa: "Mi dispiace"

Dalla sezione "Impostazioni" (qui) del social è possibile verificare app e siti web che usano Facebook per effettuare l'accesso e ottenere nostri dati. È stato il Senatore Gary Peters con queste parole: "Si o no, Facebook utilizza l'audio dei dispositivi mobili per ottenere maggiori informazioni personali sugli utenti?" Intanto, oltre alle già annunciate notifiche agli utenti interessati allo scandalo Cambridge Analytica, Facebook lancia uno strumento accessibile a tutti per capire se si è stati colpiti dalla condivisione dei dati.

Mark Zuckerberg torna a sedersi a Capitol Hill, per la seconda volta in due giorni, per riferire dello scandalo Cambridge Analytica. "È inevitabile dare delle regole" all'economia di internet", spiega davanti ad un deputato che gli chiedeva se non fosse a questo punto un far west tra aziende quello che sta accadendo da anni; "sono disposto a delle regole, a patto che non limitino il business delle aziende e quello delle nuove startup", spiega ancora Zuckerberg che rilancia poi sulla sua nuova grande scommessa, il Gdpr. "Abbiamo ingegneri, scriviamo codici, sviluppiamo servizi per le persone", ha detto il 33enne rigettando la tesi che Facebook sia un gruppo media.

Rispetto all'accusa di Tim Cook, Zuckerberg ha voluto rimarcare la distanza citando Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato di Amazon, con la sua celebre frase: "Ci sono aziende che lavorano duramente per farti pagare di più e ci sono aziende che lavorano duramente per farti pagare meno". E' quanto ha annunciato la stessa società di consulenza. Tyler riprenderà il suo posto a capo della divisione dati "per focalizzarsi sulle varie inchieste e indagini", ha sottolineato il consiglio della società. Il documento è stato pubblicato il 9 aprile scorso.

Cambridge Analytica aveva raccolto gran parte delle informazioni personali sugli utenti con l'aiuto dell'app This is Your Digital Life.

Cambridge Analytica chiarisce infine "di non aver utilizzato i dati GSR o derivati di questi dati nelle elezioni presidenziali statunitensi", specificando che le "affermazioni secondo cui tali dati siano stati utilizzati per la campagna di Donald Trump sono semplicemente false".

Altre Notizie