Trump lancia un duro attacco in Siria con Francia e Gran Bretagna

Trump lancia un duro attacco in Siria con Francia e Gran Bretagna

Trump lancia un duro attacco in Siria con Francia e Gran Bretagna

Gli attacchi sono stati effettuati da due navi della Marina degli Stati Uniti dal Mar Rosso, un gruppo aereo tattico sul Mediterraneo e bombardieri strategici statunitensi B-1B nell'area di Al-Tanf, ha aggiunto il ministero. "Oggi Washington ha usato i media invece della provetta". Del resto, ha sottolineato ancora il numero uno del Pentagono, si è trattato di un attacco mirato che ha avuto come obiettivo solo siti legati alla produzioni o allo stoccaggio di armi chimiche.

"Lo scorso anno il regime di Assad non ha compreso bene il messaggio", ha aggiunto quindi Mattis, riferendosi al precedente attacco militare Usa in Siria dell'aprile 2017: "Così questa volta abbiamo colpito in maniera più dura insieme ai nostri alleati".

Il presidente francese Emmanuel Macron, in una conversazione telefonica con il presidente russo Vladimir Putin, ha espresso il suo desiderio di continuare le consultazioni con la Russia per stabilire la pace in Siria, dice il comunicato del palazzo dell'Eliseo. "E se Assad e i suoi generali assassini dovessero perpetrare un altro attacco con armi chimiche, dovranno rispondere ancora di più alle loro responsabilità". Putin per questo chiede una nuova convocazione urgente del Consiglio di Sicurezza Onu perchè i raid sono avvenuti senza l'avallo del consiglio stesso e in violazione del diritto internazionale.

"Le azioni degli USA e dei loro alleati in Siria non rimarranno senza conseguenze". Mosca ha intenzione di chiedere una riunione di emergenza del Consiglio di sicurezza dell'Onu. A partire dalla Russia che con il presidente Putin che condanna con fermezza 'l'aggressione contro un paese che sta combattendo il terrorismo nel suo territorio' e viola il diritto internazionale. "I sistemi di difesa aerea siriani sono entrati in funzione: una parte considerevole dei missili da crociera e dei missili aria-terra lanciati sono stati abbattuti mentre si avvicinavano agli obiettivi", ha detto il ministero della Difesa. Lo sostiene il ministero della Difesa russo.

Il ministero della Difesa russa ha riferito che nell'attacco alla Siria "oltre 100 missili da crociera e missili aria-terra sono stati lanciati contro obiettivi militari e civili in Siria da navi statunitensi, britanniche e francesi".

Intanto la prima reazione di Damasco è tesa a sminuire i risultati dell'operazione degli Usa e dei suoi alleati: se i raid sono finiti qui, hanno affermato fonti del governo di Damasco, i danni sono limitati.

Altre Notizie