Totti punge gli spagnoli: "Da "Bonbon" abbiamo fatto un'impresa"

Totti e De Rossi alla serata per la Formula E in via Frattina musica e scambio di maglie

Roma Totti e De Rossi alla serata per la Formula E in via Frattina musica e scambio di maglie di Gianluca Lengua

E si riparla di Roma-Barcellona. Ospite della trasmissione "Amici" di Maria De Filippi, l'ex Pupone ha stuzzicato i giornalisti spagnoli che al momento del sorteggio avevano definito la squadra capitolina un "Bonbon", un cioccolatino: "Eravamo dati per spacciati, ci davano tutti per finiti, in Spagna ci avevano definito 'un bonbon', e invece abbiamo fatto un'impresa". Sono circostanze in cui ti piace confrontarti in competizioni così importanti, fortunatamente erano due partite di 90 minuti. "La prima partita è andata come tutti si aspettavano...", dice Totti.

La partita è stata usata come una metafora, per insegnare ai giovani, cantanti e ballerini, che devono crederci sempre e che non devono fermarsi davanti a nessuno ostacolo. E adesso c'è il Liverpool, 34 anni dopo: "Il calcio è bello anche per questo, purtroppo non è una partita secca". Il cantante lo ricorda così: "Mi davi tanti palloni in profondità dei tuoi, che poi io sprecavo". A 18 anni esci in giro col motorino, con gli amici, vai in discoteca. E' un sogno che cerchi di realizzare, da piccolo vorresti fare una cosa e cerchi di agguantarla con determinazione, voglia e fortuna. "Anch'io ho avuto momenti difficili, dovrete stare in panchina come è capitato a me" - ha spiegato l'ex capitano della Roma - "Però è in questi momenti che dovete tirare fuori tutto il vostro carattere e impegnarvi di più, come facevo io in allenamento per farmi vedere dall'allenatore e dimostrare che si sbagliava". "Ho dovuto lavorare il doppio per convincere il mister, ma dalle cose negative si passa a quelle positive".

Altre Notizie