HomePod è un vero flop (commerciale)

HomePod è un vero flop (commerciale)

HomePod è un vero flop (commerciale)

Ciò, secondo KGI, potrebbe aprire scenari da Piano B per Apple, che starebbe pensando di lanciare una versione più economica di HomePod, nel tentativo di risalire la china e di non perdere ulteriori quote in un mercato cruciale per il futuro del settore tecnologico.

Nel corso della nostra recensione di HomePod, primo smart speaker di Apple, ne abbiamo elogiato l'eccezionale qualità sonora, che non ha eguali nella sua categoria, ma abbiamo anche rilevato gravi lacune proprio nella vena smart del dispositivo, tanto da farci pensare che il colosso di Cupertino sia quasi stata costretta a lanciarlo sul mercato con un software ancora incompleto, per non prolungare ulteriormente il già preoccupante ritardo accumulato. Ma si tratta pur sempre di 200 $ di differenza.

Il mercato degli smart speaker è dominato da dispositivi dotati di prezzi accessibili e con prestazioni media degli altoparlanti, il che è l'opposto di quanto offerto da Apple con il suo HomePod.

Molti trovano la causa nel prezzo molto alto rispetto la concorrenza ed ai servizi offerti. L'indiscrezione, non confermata, arriva dopo un'analisi di Bloomberg.

In precedenza, le stime degli analisti hanno portato le vendite di HomePod a oltre 7 milioni di unità per l'anno, con alcune che suggerivano addirittura di raggiungere 10 milioni di unità. Nello stesso periodo Amazon ha conquistato il 73% delle vendite con l'Echo e Google il 14% con l'Home. C'è poi da considerare il fatto che HomePod al momento è disponibile soltanto nei paesi dove si può fruire dell'assistente vocale tramite la lingua inglese, quindi si spera che nel momento in cui approderà negli altri mercati - si vocifera un imminente lancio in Francia e Germania entro questa primavera - raccolga maggiori consensi.

Altre Notizie