Caltanissetta, Vivicittà Uisp dentro l'IPM: venerdì 13 aprile, per abbattere le barriere

Prima della partenza

Prima della partenza

Lo slogan di questa edizione è 'Attività sostenibili' per sensibilizzare istituzioni e opinione pubblica sui temi della vivibilità ambientale e sociale. Alle 10.30 sarà la volta delle partenze riservate alle corse competitive e non competitive rispettivamente da 12 e 6 km, per la prima le iscrizioni termineranno giovedì 12 aprile alle ore 18 mentre per alla non competitiva si potrà procedere all'iscrizione anche il giorno stesso.

Lo sport come mezzo per abbassare le barriere tra il carcere e la città: torna venerdì 13 aprile "Vivicittà 2018" presso l'Istituto Penale per Minorenni di Caltanissetta. Una corsa per promuovere un nuovo modello di sviluppo basato sul rispetto per l'ambiente e quello per tutte le persone. Nella conferenza stampa sono intervenuti, tra gli altri, Vanni Loriga, giornalista sportivo; Franco Fava, ex atleta e giornalista; Filippo Corsini, caporedattore Radio 1 Rai; Maura Catalani, Ufficio scolastico Lazio del Miur; Maria Teresa Martelletti, dirigente scolastico Liceo Plinio Seniore Roma.

"Più siamo e meglio stiamo", come dice Renzo Arbore, potrebbe valere anche per "Vivicittà" ovvero "la corsa podistica più grande del mondo" in cui da sempre convivono l'evento sportivo e la voglia di stare insieme all'insegna dello "sport per tutti" che costituisce il vessillo della Uisp.

Si corre in contemporanea in diverse città italiane e nel mondo e poi in riva al mare salentino. L'organizzazione della 35ma edizione della popolare manifestazione è curata dalla Uisp locale, dalla Fidal e dall'associazione "NO al doping". Si susseguiranno anche le prove di Vivicittà all'estero, che culmineranno domenica 13 maggio a Beirut, in Libano, con "Vivicittà-Run for integration". Vivicittà gode della Medaglia del Presidente della Repubblica, del patrocinio della Presidenza del Consiglio dei ministri, del ministero dell'Ambiente, del ministero della Giustizia, del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, del ministero degli Affari Esteri e della cooperazione internazionale.

Altre Notizie