Bankitalia: lieve calo debito, a febbraio 2.286,5 mld

Bankitalia rallenta il pil nel primo trimestre

Ignazio Visco governatore della Banca d'Italia dal 2011

Lo scrive Bankitalia nel suo Bollettino Economico.

Il dato del debito delle Pubbliche amministrazioni per il 2017 è stato rivisto al rialzo di 7 miliardi, comunica la Banca d'Italia facendo riferimento all'advice dell'Eurostat in merito al trattamento statistico dell'operazione di liquidazione coatta amministrativa di Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca.

Sulla base dei dati di bilancia dei pagamenti, disponibili fino a gennaio 2018, Bankitalia spiega che la "sostanziale stabilizzazione del saldo ha rispecchiato il surplus del conto corrente e del conto capitale, nonché l'aumento degli acquisti esteri di titoli italiani, a fronte di investimenti in titoli stranieri da parte di residenti e della flessione della raccolta bancaria netta sull'estero", quest'ultima legata alla liquidità straordinaria assicurata dalla Bce. Secondo i dati diffusi da Bankitalia, nel secondo mese dell'anno il debito delle pubbliche amministrazioni è sceso di 0,1 miliardi, risultando pari a 2.286,5 miliardi di euro. La riscossione dei tributi, invece, è aumentata di 1,5 miliardi al confronto di febbraio 2017, arrivando a 29,4 miliardi di euro. Nel primo bimestre dell'anno, via Nazionale registra un leggero calo di 0,2 miliardi. C'è da dire che in questo dato vengono anche conteggiati i titoli detenuti da investitori italiani tramite società straniere.

Altre Notizie