Ragazza di 16 anni muore per colpa di un farmaco anti-ansia

Sedicenne muore dopo aver assunto farmaco anti-ansia: è il secondo caso in due anni

Scozia, morta a 16 anni dopo aver assunto farmaco anti-ansia: è il secondo caso in pochi anni

L'utilizzo del farmaco anti ansia si sta diffondendo sempre di più tra i giovani, una sedicenne morta in Scozia a causa di una sua prescrizione. Una giovane donna è morta in Scozia proprio a causa di una sua prescrizione. Lucy è morta improvvisamente al Glasgow Queen Elizabeth University Hospital, all'inizio senza spiegazioni. Quando Lucy si è recata al Glasgow Queen Elizabeth University Hospital i medici non hanno subito compreso quale fosse la causa del suo malessere, sfortunatamente la diagnosi certa è arrivata solo dopo la morte della giovane di 16 anni.

Questo caso ha lasciato perplessi i cittadini della città di Glasgow, ma anche tutta l'intera Inghilterra.

Secondo una prima ricostruzione, la giovane sarebbe deceduta a causa di una sospetta intossicazione da propanololo, un farmaco anti ansia contenente betabloccanti.

Un semplice farmaco prescritto per ansia e depressione e, invece, poco dopo, un sospetto di intossicazione e successivamente il decesso. Ad ogni modo sulla questione Sta indagando anche Toni Giugliano dell'associazione scozzese della Salute Mentale per cercare qualche modo di fare luce sulla vicenda e su quelle che sono state anche le modalità di prescrizione di questo farmaco. Annette McKenzie, madre di Britney, ha già lanciato da tempo una petizione presso il parlamento scozzese. Dobbiamo capire se questo è dovuto a un numero maggiore di persone bisognose di aiuto o alla mancanza di servizi alternativi offerti.

Resta ancora da chiarire quali siano che hanno determinato il decesso di Lucy Curran. "In questo ultimo caso, allora avremmo un problema" ha aggiunto.

Altre Notizie