Le somministrano farmaco a cui era allergica e muore. Aperta un'inchiesta

Scozia: la 16enne Lucy Curran morta dopo aver assunto farmaco antidepressivo

La giovanissima Lucy Curran di Glasgow è morta per sospetta intossicazione da propranololo

La famiglia nell'esposto presentato alla Procura di Cagliari, ha spiegato che l'anziana donna di 76 anni in occasione dell'ultima visita, avvenuta tra il 6 e 7 aprile, non presentava a particolari condizioni fisiche ma appariva lucida, compatibilmente con il suo stato di demenza. Sul corpo è già stata effettuata l'autopsia, mentre il funerale è in programma per domani. Antonio Oliva, docente all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, e il dott. La vittima era stata trasferita pochi giorni prima della morte dal Policlinico di Monserrato alla casa di cura privata di via Scano.

Lì ha trovato la donna molto peggiorata e con la maschera dell'ossigeno. Soprattutto, questo l'elemento importante, le stavano praticando una flebo di "Gelofusine", ormai giunta a oltre metà sacca. Sta di fatto che, nonostante le terapie a cui è stata sottoposta nella ore successive, la settantaseienne non si è più ripresa e, con la figlia al suo capezzale, è spirata alle 15.45 di quello stesso 8 aprile 2018. Ed ha subito richiamato l'attenzione dei sanitari, facendo presente che fin dal ricovero presso il policlinico, durante la compilazione della scheda d'ingresso, alla richiesta di eventuali allergie di cui fosse affetta la madre, aveva chiaramente precisato che era allergica alle penicilline e all'Emagel, farmaco con gli stessi principi attivi di quello che le stavano somministrando, il Gelofusine.

L'allergia era riportata anche sulla cartella medica di ricovero compilata all'accettazione nella casa di cura. E per essere assistiti, attraverso il consulente personale, dott. Secondo lo studio di consulenza 3A che sta seguendo il caso, ci sarebbe anche un medico indagato. La segnalazione è poi finita sui tavoli del pm Boi che ha aperto l'inchiesta e disposto l'autopsia.

Altre Notizie