Lega, Maroni: 'Ho progetti ma fuori dalla politica'

20180111_110400_C23FA9EE

Lega, Maroni: 'Ho progetti ma fuori dalla politica'

"Pretendevo che il segretario del mio partito non utilizzasse la mia scelta di vita per colpirmi". O l'Italia riparte in fretta, e io ci credo, o sarà tardi.

"Mi sono sfogato perché mi sono sentito trattato un po' male, ma è stato uno sfogo e basta - sostiene Maroni - Retroscena, patti segreti?" Tra i due comunque il rapporto è freddo da tempo. "La politica buona è una politica di destra, di centrodestra". Maroni si riferisce a un sms di Matteo Renzi, e "tanti altri". "Siamo stati quindici minuti al telefono, con simpatia e affetto". Sosterrò il segretario del mio partito. "Mi auguro solo che Berlusconi, Salvini e la Meloni facciano in fretta e scelgano rapidamente, aspetto solo di sapere chi sarà". Quanto alla sua reazione dopo la chiamata di Salvini, Fontana ha detto che "stupito è un termine riduttivo". Maroni ha quindi aggiunto: "Viva 'Salvini premier'".

Giammarco Oberto Tra Maroni e Salvini lo scontro ormai è totale, dopo la rinuncia del governatore a ricandidarsi. "Consiglierei al mio segretario - continua Maroni - non solo di ricordare che fine ha fatto Stalin e che fine ha fatto Lenin ma anche di rileggersi un vecchio testo di Lenin". Ricordate? L'estremismo e' la malattia infantile del comunismo. "Ora si torna a lavorare come prima a sostegno di Salvini premier perché questo fanno i leghisti e io sono della Lega". Il governatore lombardo ha poi assicurato che lascerà l'impegno politico: "Non mi occupo più di politica, perché me ne libero, me ne vado e lascio". Avrei preferito che si ricandidasse. Berlusconi mi ha chiamato, io gli ho risposto: "Valutate come coalizione". "È anche per questo che abbiamo deciso di essere d'accordo con l'obbligatorietà che va nella direzione della tutela della salute dei nostri figli rispettando la possibilità che le famiglie siano sempre informate". Ma che, nei contenuti, risulta essere piuttosto distante.

Altre Notizie