Francia: lo scandalo del latte contaminato si allarga

Francia, scandalo per salmonella nel latte per neonati. MDC chiede rassicurazioni al Ministero Salute

Francia, il latte contaminato ancora sugli scaffali

"Siamo di fronte a un caso gravissimo che tira in ballo la salute dei neonati - afferma il presidente nazionale del Movimento difesa del cittadino, Francesco Luongo - Ancora più grave il fatto che il latte contaminato sia rimasto sugli scaffali di molti supermercati anche dopo che la Lactalis aveva chiesto già a dicembre di ritirare tonnellate del prodotto". In Spagna è stato anche scoperto un caso di salmonellosi accertata riguardante un bambino che ha consumato questo latte contaminato e un altro caso da confermare in Grecia. Notizia poi confermata dal Ceo dell'azienda francese di Laval, che ne gestisce la produzione e la distribuzione e che controlla anche l'italiana Parmalat, Emmanuel Besnier, in un'intervista al settimanale Sunday: "Dobbiamo misurare la portata di questa operazione", ha dichiarato, assicurando tuttavia che il prodotto in questione non sarà più distribuito e che tutte le confezioni in circolazione sono in corso di richiamo dai punti vendita.

Le nazioni coinvolte sarebbero almeno 83 e sono state ritirate 12 milioni di confezioni. I distributori "sanno che tutto deve essere rimosso dagli scaffali".

Interrogato sulle "centinaia" di denunce presentate dai genitori di bambini in tutta la Francia, e mentre un'indagine preliminare è stata aperta alla fine di dicembre, in particolare per "lesioni involontarie" e "per aver messo in pericolo la vita delle persone", Besnier, la cui discrezione è "leggendaria", scrivono oggi i media francesi, ha assicurato che non avrebbe nascosto nulla.

Lactalis, che in Italia controlla Parlamat, ha precisato che i prodotti interessati dai richiami di dicembre non vengono commercializzati in Italia. Lactalis ha sospeso tutte le attività nel sito dove si è verificata la contaminazione, e la procura francese ha aperto un'inchiesta. La stabilimento Lactalis di Craon era già stato incriminato per casi di salmonella nel 2005.

Uscendo dal suo silenzio, Emmanuel Besnier, che in precedenza non si era espresso a proposito della vicenda che aveva minato la sua compagnia, ha anche promesso di risarcire "tutte le famiglie che hanno subito danni". Le associazioni dei consumatori sono sul piede di guerra.

Lo ha annunciato il gruppo lattiero - caseario francese Lactalis, dopo i casi di salmonella.

Altre Notizie