Figc, Sibilia candidato alla presidenza: adesso è ufficiale

20180115_163610_E692A762

Figc, Sibilia: "Possibile mia candidatura, vogliamo ricostruire il legame tra il calcio di vertice e di base"

"Ripartire dal nostro settore giovanile, dal settore tecnico, dal club Italia, da una sana amministrazione, dalla divisione tra ruolo tecnico e ruolo politico" - sono i punti programmatici del presidente della lega Dilettanti.

Così Daniele Ortolano, presidente del Comitato regionale abruzzese della Lega nazionale dilettanti (Lnd), in una lunga video intervista a 360 gradi ai microfoni di AbruzzoWeb spezza una lancia in favore dell'ex presidente del Castel di Sangro dei miracoli, da anni a capo della Lega Pro, la storica serie C, che ha deciso di correre per la presidenza della Figc e oggi è stato indicato all'unanimità dalla sua lega. "Se qualcuno pensava che io stessi lavorando per qualcos'altro si sbagliava", ha spiegato Sibilia. In assenza di un'alternativa, si è quindi deciso di non lanciare ufficialmente un nome, anche se il presidente della Lazio potrebbe comunque candidarsi anche perché con ogni probabilità difficilmente riuscirà ad ottenere i voti necessari per essere rieletto consigliere. La votazione è arrivata al termine dell'assemblea della Lega Pro a Firenze. Pensavo che nel pomeriggio esprimessero una candidatura o una condivisione su un'altra componente. "Altrimenti non andiamo da nessuna parte".

"Accolgo tutti gli autorevoli suggerimenti - ha aggiunto Sibilia - e rispettiamo tutti come LND ma pretendiamo anche rispetto da tutti". Noi siamo un corpo unico e monolitico: siamo pronti a collaborare ma non ci chiedete di discutere i pesi elettorali della nostra lega. Il prossimo candidato alla presidenza della federazione è rimasto perplesso riguardo alla riunione di ieri, che non ha prodotto un'indicazione univoca sulle candidature per le elezioni del prossimo 29 gennaio. "Non succederà mai fin quando io sarò presidente di questa lega".

Altre Notizie