Agrigento, panetti di hashish sotterrati in giardino: 6 giovani arrestati

Droga fiutata dai cani della Finanza di Rimini, sequestrati in una notte cocaina, hashish, marjiuana e 4500 euro in contanti

Agrigento, due kg di hashish buttati da un balcone all'arrivo dei carabinieri: sei arresti

Decapitata la filiera dell'hashish. Si tratta di un tipo di canapa che si ottiene dall'unione di due varietà, ovvero indica e sativa, che era in voga durante gli anni '80. Sono state queste le parole che si sono sentiti dire i carabinieri da tre palermitani fermati in via Dinocolo, nel centro storico, per giustificare la loro presenza in città in compagnia di altri tre agrigentini. I militari dell'Arma del nucleo operativo e radiomobile si sono però insospettiti ed hanno intensificato le verifiche con perquisizioni mirate.

Qui, in relazione ad una serie di informazioni raccolte dai poliziotti, era presumibile si trovasse un grosso carico di droga e ciò nonostante l'immobile fosse abitato da una donna, casalinga insospettabile ed incensurata.

Nel complesso sono stati sequestrati 30 grammi di hashish e il nordafricano è stato denunciato a piede libero per il reato di detenzione ai fini di spaccio. Scavando anche a mani nude nel giardino di una delle abitazioni frequentate dal gruppetto, i Carabinieri sono infine riusciti a far saltare fuori oltre 4 chili di hashish, suddivisi in vari panetti. "Lo stupefacente, al dettaglio, avrebbero fruttato oltre 40.000,00 euro". In più, i militari si sono accorti di un fulmineo passaggio di mano di quasi 5.000 euro in contanti. Adesso della vicenda si occuperanno i magistrati della Procura di Agrigento che hanno già chiesto la convalida al Gip competente. L'operazione è frutto della forte intensificazione del contrasto al traffico di stupefacenti, disposta dal comando provinciale dei carabinieri di Agrigento. Diverso lo stupefacente sequestrato: dal "fumo", all'"erba".

Altre Notizie