Skype testa le conversazioni private con crittografia end-to-end di Signal

Skype testa le conversazioni private con crittografia end-to-end di Signal

Skype testa le conversazioni private con crittografia end-to-end di Signal

Da qualche ora, a CES 2018 ormai sulla via della conclusione, sono ricominciati gli aggiornamenti ad alcune delle più importanti applicazioni di messaggistica che, ipso facto, si riguadagnano la meritata luce dei riflettori: WhatsApp potrebbe presto integrare un più agevole modo per ritrovare le proprie menzioni, mentre Skype rilascia in preview la tanto attesa crittografia end-to-end per le conversazioni "private" individuali.

Al momento tale novità è ancora oggetto di test da parte dei beta tester aderenti al programma Insider di Skype ma è probabile che per la versione pubblica non si dovrà attendere ancora molto tempo. Nello specifico, in una sessione di domande e risposte, Microsoft ha confermato il rilascio di una nuova versione di Skype Preview, la 8.13.76.8, per Android, iOS, Windows, MacOS, e Linux, nella quale vengono implementate le conversazioni private.

Skype introduce la crittografia end-to-end nella sua piattaforma di comunicazione istantanea, che viene basata su Signal Protocol grazie alla partnership stretta con Signal.

"A Signal, il nostro obiettivo è rendere la comunicazione privata semplice e onnipresente" si legge in un blogpost di Signal.

La cifratura non sarà disponibile nei gruppi di conversazione ma solamente nelle chat private tra due profili, che non saranno sincronizzate su tutti i dispositivi.

Queste ultime riguardano le chat personali (e non di gruppo), sia testuali (con immagini e documenti allegati) che audio, le quali verranno soggette a crittografia end-to-end tramite lo stesso protocollo open source che l'Open Whisper System ha posto alla base anche della nota app Signal (preferita da Edward Snowden). E' possibile partecipare ad una sola conversazione privata da un unico dispositivo alla volta e qualora si passasse su un altro dispositivo tutti i messaggi precedentemente inviati e ricevuti non saranno visibili (sono legati al dispositivo utilizzato al momento).

Altre Notizie