Monossido, famiglia intossicata resta in gravi condizioni. Ora si spera

Monossido carbonio, intossicati Chianti

Foligno, famiglia intossicata da monossido di carbonio | Aggiornamento

Una famiglia intera (padre, madre e due figli di origini africane) è rimasta vittima delle esalazioni all'interno del proprio appartamento e le condizioni in cui versano le quattro persone sono definite molto gravi. I pompieri intervenuti sul posto hanno rilevato con la strumentazione un'elevata concentrazione di monossido di carbonio, mentre il livello di ossigeno era al 20 per cento, bassissimo. Dopo le cure in camera iperbarica all'ospedale di Fano nella notte, i tre sono stati trasferiti all'ospedale San Giovanni di Foligno. Da quanto si apprende, la famiglia abita in un piccolo appartamento in zona centro. In nottata le ambulanze del 118 li avevano trasportati in una struttura privata di Fano (aperta apposta per loro) per effettuare un particolare trattamento d'urgenza in camera iperbarica.

La mamma, comunica l'ufficio stampa dell'ospedale Santa Maria della Misericordia, non sarebbe rimasta intossicata. A dare l'allarme giovedì sera era stata la moglie dell'uomo, fortunatamente fuori casa al momento della tragedia.

Altre Notizie