Lotito: "Ho la maggioranza. Io candidato? Mi hanno indicato"

Serie A

Serie A

Il discorso è legato alle scadenze del 14, dopodiché si vedrà. Chi sarà presidente deve essere sopra le parti, deve pensare agli interessi di tutti. Gli obiettivi sono due: tornare a parlare di calcio e farlo col maggior consenso possibile. "E il Coni farà le sue scelte". Ha tempo fino a domenica per presentare la propria candidatura. Siamo in attesa di riscoprire la capacità della Lega di A di riportare in auge la sua leadership. Nel caso delle leghe i delegati sono i rappresentanti di ciascuna squadra - i presidenti o i più alti dirigenti delle società - mentre nel caso delle associazioni i delegati sono i membri eletti da ciascuna associazione secondo il proprio regolamento. Noi non accetteremo gli stessi metodi del passato. Se si presentano in due, allora si può scegliere.

Dopo la mancata eleziona a presidente della Lega di B, Claudio Lotito ci riprova. "Albertini? È un nome concreto ma purtroppo non è ricercato da altri, è questo il problema", conclude Tommasi. Poi faremo le nostre valutazioni. Non è da escludere la convergenza su uno dei tre candidati di fatto già in pista. Tecnicamente basta la maggioranza di una componente, e il presidente della Lazio giura di avere 11 società (forse 12) dalla sua parte, comprese Napoli e Sampdoria che alla vigilia erano date sull'altro fronte. "In assemblea - ha aggiunto Tavecchio - non sono state presentate candidature singole". Domani valuteremo le posizioni della serie A. Noi rispettiamo la A e chiediamo rispetto.

Damiano Tommasi è stato il primo a candidarsi ("disponibile ad una candidatura unica ma credibile" ha detto): ha elogiato anche Billy Costacurta, è vero, ma si è guardato bene dal lasciargli il suo posto. La Lega serie A è spaccata. Una prospettiva che conferma le fratture interne al calcio italiano, e il suo momento di crisi per l'ex centrocampista giallorosso: "Una candidatura di Lotito?". "Io non mi sono candidato, mi hanno indicato". Con Tommasi (Aic), Gravina (Lega Pro), Sibilia (Dilettanti), la Lega di B schierata con quella di A, e buon per tutti che né gli arbitri né gli allenatori abbiano -a loro volta- avanzato un loro candidato. Bisogna dare un'altra impronta alla Federazione e pensiamo che un uomo di campo possa darla.

Altre Notizie