L'attore Johnathon Schaech accusa Zeffirelli: "Molestie sul set del film"

Immagine notizia

Franco Zeffirelli accusato di molestie da Johnathon Schaech: 'Quell'esperienza mi ha distrutto'

La storia, se vera, risalirebbe addirittura a venticinque anni fa ma il protagonista ha ritenuto opportuno raccontarla ai mezzi di informazione adesso, nel bel mezzo della mobilitazione internazionale contro le molestie nei luoghi di lavoro e, in particolare, nel mondo dello spettacolo. Schaech era un giovane attore 22enne: "Con la scusa di insegnarmi, tentò di sedurmi fin dall'inizio - ha rivelato a People -".

Come riporta Rai News, Pippo Corsi Zeffirelli (figlio del regista) ha smentito categoricamente le accuse. "Capivo che voleva altro da me oltre che essere il suo primoattore", scrive Schaech che all'epoca aveva 22 anni.

[Zeffirelli, n.d.r.] ha messo le sue mani in posti che non avrei potuto nemmeno immaginare e ha fatto cose di cui non sono fiero.
Zeffirelli -prosegue il figlio adottivo del regista- diede al signor Schaech la sua prima chance nonostante Johnathon all'epoca soffrisse di una ostruzione alla gola che rendeva il suo parlare difficile.

"Sono stupito che il signor Schaech abbia atteso così tanto tempo e scelto proprio questo momento per muovere le sue accuse ora che il Maestro, a causa delle sue condizioni di salure, non può più difenders - ha aggiunto Pippo Zeffirelli - A parer mio è una chiara vendetta nei confronti di Franco Zeffirelli con la speranza di ottenere quella notorietà che la sua carriera di attore non gli ha mai procurato". Per questa ragione, alla fine delle riprese, Zeffirelli decise di far doppiare il personaggio interpretato da Schaech da un attore inglese e la cosa lo mandò su tutte le furie.

Pippo racconta anche di come "negli ultimi anni (sia stato) occasionalmente a contatto" su Whatsapp con l'attore "senza che trapelasse traccia del suo disagio psicologico".

'Sono accuse non vere, che hanno quasi il sapore di una vendetta' - ha dichiarato, spiegando i motivi che avrebbero indotto Schaech a raccontare il falso. "All'inizio di dicembre ho ricevuto una sua telefonata, circa una settimana un'email da parte della testata americana People Magazine mi anticipava le accuse di Johnathon", aggiunge il figlio adottivo di Zeffirelli.

L'accusa è molto grave e si abbatte sul più grande regista italiano ancora in vita: Franco Zeffireli.

Altre Notizie