Influenza in Italia: 30 morti e 140 casi gravi

Influenza in Italia: 30 morti e 140 casi gravi

Influenza in Italia: 30 morti e 140 casi gravi

"L'influenza è dappertutto negli Usa al momento - ha dichiarato Dan Jernigan, direttore dell'Influenza Division del National Center for Immunication and Respiratory Disease - La stagione è iniziata presto e probabilmente siamo al picco". Lo testimonia il terzo Rapporto elaborato dall'inizio della sorveglianza (partita a ottobre) da parte della Direzione Prevenzione della Regione del Veneto, diffuso oggi dall'assessore alla sanità, e relativo alla settimana tra l'1 e il 7 gennaio. Il valore registrato è più elevato rispetto alla media nazionale di 13,11 casi ogni 1000 assistiti. In Piemonte ha già superato il picco più alto degli anni passati, la stagione 2009-2010, quando scattò l'emergenza "pandemia da aviaria".

Anche se rari, ci sono stati episodi di ricoveri in terapia intensiva, per la precisione 170 pazienti di cui 30 deceduti. I decessi registrati come correlabili all'influenza sono due, segnalati dalle Ulss Pedemontana e Euganea.

Le classi di età centrali (15-64 anni) segnano incrementi contenuti e raggiungono 6,38 casi per mille (13,37 in Italia), mentre i meno colpiti risultano gli ultrasessantacinquenni con 3,29 casi per mille, poco più di un terzo della media nazionale, attestata a 8,07 per mille.

Fondamentale - sottolinea la Coldiretti - è assumere verdure di stagione, soprattutto quelle ricche di vitamina A (spinaci, cicoria, zucca, ravanelli, zucchine, carote, broccoletti, ottimi anche cipolle e aglio possibilmente crudi per la valenza antibatterica non indifferente) perché danno il giusto quantitativo di sali minerali e vitamine antiossidanti che sono di grande aiuto per combattere le conseguenze dello stress del cambio di stagione sull'organismo.

I bambini al di sotto dei 5 anni, e quelli tra 5 e 14, sono ì più colpiti anche se "in entrambe si osserva un arresto, o addirittura una diminuzione, del numero di casi rispetto all'ultima settimana del 2017", si legge nella relazione del portale.

Altre Notizie