Facebook cambia ancora: più post dagli amici, meno dalle aziende

Facebook lancia 'Today In', sezione dedicata alle news locali tratte da testate certificate da un team di esperti

Facebook, ecco cosa cambierà con il nuovo algoritmo

Mark Zuckerber evidenzia che queste modifiche potrebbero diminuire il tempo trascorso dalle persone sul social network, ma il tempo passato sulla piattaforma dovrebbe essere di qualità sensibilmente superiore.

"Quando la gente interagisce con persone che le sono vicine, tutto acquista più significato e si è più soddisfatti".

"Si tratta dei post che stimolano discussioni nei commenti, quelli che le persone potrebbero voler condividere e quelli che potrebbero generare una loro reazione - che si tratti di post di amici che chiedono un consiglio, del post di un amico che cerca suggerimenti per un viaggio oppure di articoli o di video che stimolano molte discussioni" spiega in una nota Facebook. "Le persone ci hanno detto che vogliono un modo più semplice per visualizzare i messaggi di amici e familiari, quindi stiamo testando due feed separati, uno come uno spazio dedicato con messaggi di amici e familiari e un altro come uno spazio dedicato per i post delle Pagine". Ad esempio, se una Pagina conta 20mila utenti - persone che hanno scelto di loro spontanea volontà di ricevere aggiornamenti da quella Pagina - un nuovo post pubblicato da quella Pagina verrà visto da meno di 300 utenti iscritti, una limitazione imposta da Facebook per obbligare l'editore a pagare per mostrare a piu' pubblico il post.

Saranno soprattutto i contenuti a essere più adatti, secondo una ricerca condotta internamente e affiancata da studi effettuati dalle università, "al benessere" degli utenti e questo sarà soltanto il primo di una serie di azioni intraprese per "aiutare ad avere interazioni sociali più significative". Nel corso dei prossimi mesi, Facebook metterà mano all'algoritmo che sovrintende il News Feed per fare in modo che abbiamo maggiore peso le discussioni che generano forte interazione tra amici e famigliari a discapito, però, di tutti gli altri messaggi.

Dai primi risultati del test è emerso che l'impegno degli utenti con le pagine di Facebook è calato in maniera importante tra l'60% e l'80%. Chi amministra le Pagine dovrà quindi trovare una nuova "ricetta" per migliorare l'interazione con gli utenti per tenere alto il traffico. L'engagement-bait sarà vietato, ovviamente, e chi tenterà questa strada per ottenere visibilità sarà, invece, penalizzato.

Altre Notizie