Crolla controsoffitto di un centro di accoglienza, migranti in ospedale

Genova, crolla soffitto centro accoglienza: 7 migranti feriti

Genova. Crolla il controsoffitto di un centro di accoglienza. 7 feriti

Gli altri sei migranti sono andati al pronto soccorso in codice verde e giallo. Uno è scampato al crollo perché si trovava nella sua camera, l'altro invece era ad una scuola serale. Il più grave, un nigeriano che ha riportato ferite alla schiena, è stato soccorso sotto i calcinacci dai pompieri e dai medici del 118 e trasferito in codice rosso all'ospedale Galliera. Nell'appartamento c'erano 13 migranti, di nazionalità diverse. I nove ospiti del centro sono tutti africani: tre del Gambia, uno della Nigeria, uno del Camerum, tre senegalesi e un cittadino del Mali.

Il crollo è avvenuto intorno alle 21, mentre i migranti stavano guardando la televisione. "Quando il soffitto ci è crollato addosso - spiega con lo sguardo triste uno dei due ragazzi - eravamo in salotto, in ciabatte". In effetti le notizie che rimbalzano dagli altri due ospedali, il Villa Scassi e l'Evangelico di Voltri, raccontano di feriti non gravi. "Non avevamo mai avuto nessun segnale premonitore che potesse crollare il controsoffitto altrimenti - aggiunge - avremmo provveduto subito a metterlo in sicurezza". Il centro è stato posto sotto sequestro dalla procura per agevolare le indagini sulle cause del crollo.

I Vigili del fuoco della sede centrale sono intervenuti in Via Sampierdarena 40 per il crollo di un controsoffitto.

In un attimo, i migranti sono stati ricoperti da tanti detriti caduti dall'alto.

Altre Notizie