Genoa, Ballardini in conferenza: "A Firenze un Genoa furioso"

Genoa 24 convocati per la Fiorentina manca l'influenzato Rigoni

Genoa, Ballardini in conferenza: "A Firenze un Genoa furioso"

Non dovrebbe cambiare formazione mister Davide Ballardini nella trasferta che il Genoa affronterà domenica, alle ore 15, allo stadio Artemio Franchi di Firenze contro la compagine di Stefano Pioli. Il fatto di avere occasioni da gol fa piacere. Un bilancio su quello che non ha funzionato lo faremo a gennaio. Vero è che di fronte c'era un'Atalanta solida e propositiva, ma se Pandev e poi lo spento Lapadula fossero stati all'altezza della situazione anche il risultato finale della partita avrebbe potuto essere diverso. Pepito Rossi? Lo aspettiamo, non sarà pronto prima di gennaio. "Si sta allenando un po' con noi e poi seguendo un percorso personalizzato". Nessuna tirata d'orecchie agli attaccanti perche' "quando si e' vicini alla porta capita di sbagliare. La squadra deve dare sempre la sensazione che per noi che abbiamo la palla sia facile giocare e che sia difficile invece per l'avversario quando ce l'ha lui".

E non a caso lei insiste ossessivamente sulle due fasi di gioco. Poi, soltanto una lunga striscia di sconfitte (dieci) e pareggi (cinque) che nemmeno Ballardini, il cui impatto sul Genoa è stato sicuramente positivo, è riuscito a infrangere.

"Ha cambiato molto, mantenendo però alcuni giocatori importanti come Astori, Badelj e Chiesa in attacco". Ora sono tutti affiatati e hanno preso coscienza della loro forza. "Ha dato tre gol a Sassuolo e tre alla Sampdoria in Coppa Italia, sappiamo di incontrare una formazione in forma ma crediamo di poter fare una buona partita".

La partita di mercoledì in Coppa Italia contro la Juventus può incidere sulle sue scelte?

Altre Notizie