Morto don Antonio Riboldi, 'prete terremoto'

Morto don Riboldi, prete dei terremotati e della lotta alla camorra

E' morto monsignor Riboldi, il vescovo anticamorra

Monsignor Antonio Riboldi, 94 anni, appartenente alla congregazione dei Rosminiani, da prima come parroco in Sicilia e poi per 19 anni alla guida della diocesi del Napoletano, è stato in prima linea contro la mafia e la camorra. Don Antonio Riboldi era stato nominato vescovo di Acerra il 25 gennaio 1978 dal Papa Paolo VI per occupare una sede vacante da 12 anni.

"Da Stresa, da dove si trova dall'estate scorsa, giungono notizie non confortanti sulle condizioni di salute di mons".

Protagonista negli anni Novanta di numerose battaglie, fu il primo prete a scendere in piazza per dar voce ai terremotati che da anni vivevano nei prefebbricati ed al freddo in baracche.

Il "ritorno di monsignor Antonio Riboldi alla Casa del Padre genera umana malinconia nel cuore dei fedeli dell'intera diocesi di Acerra - si legge sul sito della diocesi, il cui vescovo, Antonio Di Donna, il vescovo emerito, Giovanni Rinaldi, i sacerdoti, i religiosi e le religiose con animo commosso ricordano la figura e l'opera di Riboldi e rendono grazie a Dio che in un periodo difficile della sua storia ha affidato la diocesi all'amorevole cura di tal grande Pastore".

E' morto all'alba, a Stresa in Piemonte, don Antonio Riboldi, considerato 'vescovo anticamorra', uno dei simboli della lotta ai clan. E ancora "in quel momento - dichiarò il presule in occasione dei suoi 90 anni celebrati nel 2013 nel Duomo di Acerra - "mi sono sentito veramente essere un vescovo, e ho capito cosa significava essere un prelato che deve amare la gente anche se non ricambiato, amare la Chiesa anche se non tutti ti capiscono". Nonostante la rinuncia all'esercizio episcopale per i limiti d'età raggiunti nel 1999, il vescovo emerito aveva scelto di restare ad Acerra, che gli ha conferito un paio di anni fa la cittadinanza onoraria, e continuava a celebrare Messa nella chiesa dell'Annunziata. Resse la cattedrale di Acerra fino al 2000.

Altre Notizie