Lazio, Inzaghi: "Scudetto? Cerchiamo di essere realisti"

Lazio PS ita

Lazio, Inzaghi: "Scudetto? Cerchiamo di essere realisti"

Lunedì sera i granata affronteranno la Lazio nel posticipo della sedicesima giornata di Serie A e se dovesse arrivare una sconfitta Urbano Cairo potrebbe decidere di cambiare guida tecnica con il serbo che sarebbe a rischio esonero. Ha giocato tante partite senza far sentire l'assenza di Wallace, oggi vedremo se partirà dall'inizio. Davanti hanno ritmi altissimi e dovremo essere bravi a dare continuità. Adesso ha anche due risorse in più come Felipe Anderson e Wallace: "Quello che volevo vedere giovedì l'ho visto. I punti che ci mancano non sono quelli di domenica con l'Atalanta o quelli a San Siro contro Inter e Milan: quelli sono stati tre pareggi meritati". Felipe ha recuperato, normale che la condizione debba crescere, ma sono contento di riaverlo perché è un'arma da sfruttare.

Futuro. "Speriamo che sia la Lazio di agosto, settembre, ottobre e novembre". Probabile dunque la riproposizione dell'undici tipo che si è visto negli ultimi tempi, con Marušić e Lulić in vantaggio rispetto a Basta e Lukaku.

Nani. "Sta facendo il suo recupero. E' un giocatore importante per noi e lo vogliamo recuperare pienamente prima di utilizzarlo di nuovo nelle prossime partite".

Tattica. "Il Toro è una squadra che viene da cinque pari consecutivi e non molla nel gruppo delle nostre inseguitrici. Sta facendo un buon campionato e noi dovremo fare partita intensa e determinata".

"TORINO AVVERSARIO TOSTO, COME IL SUO ALLENATORE" - Rimangono comunque dei giocatori intoccabili, come Lucas Leiva ad esempio: "È un elemento importantissimo per noi, mi ha sorpreso per come si è inserito nel nostro campionato". Obi invece ha strappato la convocazione anche se dopo una settimana di allenamenti personalizzati non è al massimo della condizione. Anche per il centrocampo e la linea d'attacco restano dei dubbi.

Altre Notizie