Arbore torna con "Indietro tutta Doppia serata" su Rai2

Arbore torna con "Indietro tutta Doppia serata" su Rai2

Oggi Renzo Arbore riprende quel modello di "tv che resta" e la racconta ai millennials, con Nino Frassica, con "Indietro tutta 30 e l'ode", il 13 e il 20 dicembre su Rai2. Ma il ritorno di Arbore in Rai è anche contrassegnato da un po' di amarezza, perché lui si sente trascurato dai dirigenti dell'azienda di Stato, a cominciare dal direttore generale Mario Orfeo. "Indietro tutta non risulta datata perche' rifuggiva dall'attualita', era davvero un programma a futura memoria, fatto per restare. Avranno pensato che ormai mi ero dedicato alla musica o che ero rimbambito". Orfeo, invece, lo sto aspettando. Spero che venga a trovarci. "C'e' stato un lungo periodo in cui la tv italiana era la piu' bella del mondo".

Le dichiarazioni di Arbore sono state una doccia fredda per Viale Mazzini. Il direttore generale della Rai non passa per salutare ("Ha avuto un impegno urgente" dice il direttore di Rai2 Andrea Fabiano "ma ci saluta"), l'affollatissima conferenza stampa diventa un 'come eravamo'. Da tempo immemorabile, tutti i direttori non mi hanno chiamato, mi hanno snobbato, ho chiesto appuntamenti ma non me ne hanno dati. Campo Dall'Orto mi ha chiamato quando è andato via dicendomi "peccato, non ci siamo incontrati". I commenti non devono necessariamente rispettare la visione editoriale de Il Sole 24 ORE ma la redazione si riserva il diritto di non pubblicare interventi che per stile, linguaggio e toni possano essere considerati non idonei allo spirito della discussione, contrari al buon gusto ed in grado di offendere la sensibilità degli altri utenti. "Non come la tv di oggi, che e' tutta usa e getta, una 'fast-tv' che e' vecchia gia' il giorno dopo", aggiunge. "Abbiamo messo su una sorta di Dams in cui spieghiamo ai millennials perché quel tipo di umorismo può funzionare ancora". Non è fast tv, non è tv che decade: "65 puntate tutte improvvisate, senza ospiti (tranne qualche rara eccezione come Massimo Troisi), era un jazz della parola".

Andrea Delogu sorride: "Io ho 35 anni, Indietro tutta l'ho visto in vhs da piccola; sono cresciuta con le canzoni del programma". Ai miei genitori dicevo: voglio lavorare in tv, diventare così. La prima puntata in onda in crossmedia anche su RAI Radio2. Quando sono entrato in Rai, c'erano solo due donne, Enza Sampò e Bianca Maria Piccinino. Un mio piccolo merito è di aver portato grazie a L'altra domenica tantissime donne in tv, che all'epoca venivano definite 'parlanti': "Isabella Rossellini, Milly Carlucci, Silvia Annichiarico". Nelle sue 65 puntate dal 14 dicembre 1987 all'11 marzo 1988 Indietro tutta ha conquistato pubblico e critica incidendo sul costume e con i suoi tormentoni (su tutti lo sponsor finto Cacao Meravigliao) e i suoi modi di dire registrando una media di oltre 5 milioni di spettatori con un record dell'ultima puntata: 50.43 per cento di share e 9 milioni 147mila spettatori.

Altre Notizie