Riqualificazione delle periferie: 30 milioni dal Governo per Terni e Perugia

PER INGRANDIRE

PER INGRANDIRE

Firmata dalla Presidenza del Consiglio e i Comuni di Perugia e di Terni la convenzione relativa al bando per la Riqualificazione e la sicurezza delle periferie.

"Un caloroso ringraziamento al presidente Paolo Gentiloni - ha esordito il sindaco di Terni, Leopoldo Di Girolamo - per aver voluto dare solennita' a questo evento".

Dice Marini: "Questi investimenti per la riqualificazione urbana sono un'iniziativa positiva da parte dell'esecutivo". Mette a disposizione, infatti, risorse finanziarie consistenti nelle città per intervenire su quartieri che hanno un gran bisogno di interventi di edilizia e di interventi urbanistici. Sono in totale 25 le voci messe in capitoli per la provincia di Perugia: 21 riguardano lavori, i restanti quattro sono per servizi.

Ha spiegato Gentiloni che tra gli obiettivi dei patti c'è quello dell' "inclusione sociale, del miglioramento della capacità di alcune aree della nostra città di essere accoglienti". La riqualificazione del sottopasso della stazione e nuovo ingresso da Via del Macello per l'importo di € 636.000,00; e interventi di mobilità dolce con l'adeguamento e la creazione di percorsi ciclopedonali per l'importo di €1.262.000,00.

A Terni, dal governo, arrivano 10 milioni e 344 mila euro. Che saranno investiti principalmente per interventi nella zona est della città, a partire dall'area delle ex officine Bosco.

Altre Notizie