Mazzette su case popolari,arresti a Bari

Corruzione

Nuovo caso di corruzione e tangenti riguardanti gli appalti per la costruzione di nuove case popolari in Puglia. Diversi arresti a Bari

L'indagine per corruzione coinvolgerebbe Lupelli e i tre imprenditori, mentre quella sulla presunta compravendita di notizie coperte da segreto istruttorio riguarda lo stesso Lupelli (destinatario, quindi, di due diverse ordinanze di arresto), l'avvocato Mesto e la cancelliera della Procura.

Tangenti per la costruzione di case popolari. M. è stata notificata una misura interdittiva. Questa l'ipotesi per cui sono finiti ai domiciliari Antonio Lecce, Massimo Manchisi e Sabino Lupelli. Sono aidomiciliari anche l'avv.Fabio Mesto e la cancelliera dellaProcura di Bari Teresa Antonicelli, accusati di fuga di notizie. Secondo l'accusa, Lupelli avrebbe ricevuto un orologio da polso da 20mila euro da Mazzitelli, amministratore di fatto della impresa aggiudicataria di un appalto di Arca Puglia per costruire 42 alloggi popolari a Bari-Carbonara.

Un giro di corruzione legato agli appalti per la realizzazione di case popolari.

Altre Notizie